Home / Tag Archives: Ucraina (page 3)

Tag Archives: Ucraina

Feed Subscription

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 22/10/2015

Fra le sentenze decise oggi dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, condanne per Ucraina, Russia ed Azerbaijan. La Svezia, invece, è uscita indenne dall'esame europeo: l'accusa, dimostratasi infondata, era quella di aver separato illegittimamente un figlio, gravemente abusato dai genitori, dalla madre e di averle concesso di vederlo una volta al mese. Contro la Russia è stata emessa una sentenza che riguarda una ragazza che all'età di 17 anni è stata stuprata da un dirigente comunale: dopo anni di indagini, simili ad una farsa, la Corte europea ha accertato la violazione dell'articolo 3 della Convenzione europea (trattamenti inumani e degradanti) perché gli investigatori russi non hanno svolto indagini serie ed effettive sull'accaduto.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 15/10/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 15/10/2015

il 15 ottobre 2015 la Corte europea dei diritti dell'uomo per la prima volta esprime un giudizio sulla situazione della Siria d'oggi in merito ad una vicenda di espulsione nel Caso L.M. e altri c. Russia. I tre giovani ricorrenti riparano in Russia nel 2013, lo stesso anno le autorità negano loro lo status di rifugiato e poco tempo dopo li arrestano perché privi di premesso di soggiorno. In attesa di essere espulsi in Siria propongono ricorso: per Strasburgo l'attuale situazione della Siria esporrebbe la vita e la sicurezza dei ricorrenti ad un pericolo reale.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 06/10/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 06/10/2015

Quest'oggi la Corte europea dei diritti dell'uomo ha pronunciato ben 21 sentenze (e 3 decisioni), così da tangere moltissimi degli articoli, e dei sottesi diritti, della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Fra questi e in tema di trattamenti inumani e degradanti, si intrecciano diverse storie con un medesimo epilogo giudiziale: il ladro bulgaro che è trattenuto in caserma e ne esce con abrasioni, contusioni e ferite (oltreché con una confessione firmata del proprio furto) (caso Stoykov c. Bulgaria), il cittadino russo condannato per frode e pestato dai compagni di cella mentre la guardia carceraria assisteva (Boris Ivanov c. Russia) oppure l'ex ufficiale di polizia russo che, arrestato con l’accusa di possesso illegale di arma da fuoco e ricettazione, è stato costretto in una cella sovraffollata e sporca, senza privacy (Sergeyev c. Russia).

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 30/07/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 30/07/2015

Quest'oggi la Corte europea dei diritti dell'uomo ha accertato le responsabilità di Grecia, Malta, Portogallo e Russia per la violazione dei diritti umani sanciti dalla Convenzione europea. In particolare, nel caso Voronkov c. Russia lo Stato russo è stato condannato per non aver eseguito dal 2002 ad oggi una sentenza che accertava l'illegittimità del licenziamento del ricorrente, ex dipendente pubblico.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 18/06/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 18/06/2015

Quest'oggi la Corte europea ha condannato la Russia sia per la violazione del diritto alla vita sia per trattamenti inumani e degradanti ai danni di una giovane donna, Fanziyeva, defenestrata mentre si trovava in una stazione di polizia: questa era stata arrestata per il furto di una gonna al mercato rionale. Ottiene giustizia, anche un giornalista azero, arrestato, torturato e privato della sua libertà per ben quattro giorni per aver pubblicato, due articoli dal taglio critico riguardo la situazione economica e politica della Repubblica Autonoma di Nakhchivan.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo dell’11/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo dell’11/06/2015

Quest'oggi la Corte europea dei diritti dell'uomo ha deciso 7 casi, comminando condanne per Austria, Russia ed Azerbajan. Tra i ricorrenti, anche l'ex Ministro dell'Interno ucraino Yuriy Lutsenko, detenuto per tre anni per appropriazione indebita e critico nei confronti del sistema penitenziario nazionale per le cattive condizioni detentive, il sovraffollamento carcerario e l'assistenza medica inadeguata. Ma accanto al grande politico ucraino, la Corte di Strasburgo ha esaminato anche il caso di un politico locale azero, al quale è stato negato diritto di candidarsi: la Commissione elettorale aveva ritenuto invalide molte delle 450 firme da lui raccolte ma egli non aveva potuto partecipare al procedimento di esame, calcolo e contestazione delle firme. Si conclude invece con un lieto fine il contenzioso tra due società immobiliari e la Repubblica Ceca: la Corte di Strasburgo aveva già emesso sanzionato il meccanismo dei canoni bloccati nel Paese, in violazione del diritto di proprietà delle società ricorrenti, ed oggi la Repubblica Ceca ha offerto un congruo risarcimento alle vittime e queste lo hanno accettato.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 04/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 04/06/2015

Oggi la Corte EDU si è pronunciata su sei casi, accertando diverse violazioni della convenzione da parte di alcuni stati firmatari, tra i quali: condanna la Grecia per aver fatto pagare ad un ex militare una multa di oltre 50 mila euro per essersi congedato dal servizio prima del tempo e anche l'Ucraina per aver detenuto in regime di custodia cautelare un cittadino oltre i limiti consentiti e non aver garantito un giusto processo.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 21/05/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 21/05/2015

Giovedì 21 maggio la Corte europea dei diritti dell'uomo si è pronunciata su ben quattordici casi: tra i paesi che hanno violato la Convenzione edu troviamo la Francia responsabile ex art.6 (giusto processo) ai danni del ricorrente Haddad, mentre nella vicenda del signor Yengo ex art.13 (diritto ad un ricorso effettivo); tra gli altri stai coinvolti compaiono Russia, Slovenia, Grecia, Romania, Ucraina e l'Ex Repubblica Jugoslava di Mcedonia.

Read More »
Scroll To Top