Home / Tag Archives: Quarta Sezione (page 3)

Tag Archives: Quarta Sezione

Feed Subscription

Polonia : l’accanimento religioso contro una ragazza che sceglie di abortire

Polonia : l’accanimento religioso contro una ragazza che sceglie di abortire

Una ragazza polacca, quando era ancora minorenne, subisce una violenza fisica da un coetaneo che le causerà una gravidanza indesiderata. Insieme alla madre decidono di interrompere artificialmente la gravidanza, ma questa scelta non verrà accettata da dottori e preti che, incuranti della sofferenza e della fragilità della ragazza, cercheranno di convincerla a tutti i costi a continuare la gravidanza. Non trovando giustizia per vie interne, adiscono la Corte di Strasburgo, che accoglierà le loro censure.

Read More »

Polonia: se il detenuto è pericoloso, l’isolamento è a tempo indeterminato

Il regime di detenuto speciale dà vita a forti restrizioni sulla sfera personale e degli affetti. Una situazione quasi invalidante, ancora più difficile per chi ha già problemi di salute. Robert Głowacki per ben due anni è stato sottoposto all'isolamento carcerario soltanto perché era stato ritenuto più volte un detenuto pericoloso. La Corte EDU sancisce l'avvenuta violazione degli articolo 3 (divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti) e 6 (diritto ad un equo processo).

Read More »

Fervido “mea culpa” dell’Albania: la Corte cancella il ricorso

Una banale lite con un secondino, una spinta. La morte di un diciassettenne pesa ancora come un macigno dietro alle mura del carcere di Rubik in Albania. La Corte EDU prende atto dell'impegno generale dello Stato, di condurre un'indagine efficace e di punire adeguatamente i responsabili di atti di violenza nei confronti dei detenuti, ed in considerazione di quanto sopra cancella la causa dalla lista.

Read More »

Malta: l’interesse pubblico ed economico prevale sul diritto di proprieta’

Malta. Una strada che attraversa un terreno può essere causa di liti, specialmente quando questo terreno viene espropriato e ai proprietari non viene riconosciuto un giusto compenso. Questa vicenda è accaduta a Malta, a due contadini, il sig Giljan Farrugia e il signor John Farrugia nati nel 1963 e nel 1957 e residenti nel quartiere di San Julian.

Read More »

Ucraina: la testardaggine della Corte Suprema che dilata i tempi della Giustizia

Ucraina: la testardaggine della Corte Suprema che dilata i tempi della Giustizia

In Ucraina una società a responsabilità limitata - Veritas Firma, TOV - deposita un reclamo contro una società debitrice per richiedere la riscossione di un titolo di credito. Le corte di primo e secondo grado confermano la richiesta della società creditrice ma nel giudizio di legittimità la Corte Suprema respinge la pretesa per molteplici volte. Da qui la macchina della giustizia inizia ad incepparsi.

Read More »

Albania: è fondamentale la presenza dell’imputato in aula?

La violazione del diritto all’equo processo (Art 6 Cedu) è una violazione molto diffusa tra i 47 stati contraenti la convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali. Questa volta a cadere nella tela del ragno è stata l’Albania.

Read More »

Il Caso Giuliani davanti alla Corte EDU : La sua morte è “trattamento disumano”?

In uno scontro tra i manifestanti e dei carabinieri, da dentro una jeep il carabiniere Mario Placanica, 20 anni, spara e uccide un manifestante, Carlo Giuliani 23 anni. Dopo i vari gradi di giudizio interno, i famigliari del ragazzo ucciso fanno ricorso alla Corte europea dei diritti umani che nel giudizio in Grande Camera darà una sua spiegazione a questa inconcepibile morte.

Read More »

Bulgaria : un diritto di proprietà che cerca attenzione da 25 anni

Bulgaria : un diritto di proprietà che cerca attenzione da 25 anni

Una diatriba giudiziaria tra un diritto di proprietà ovvero il diritto di usufruire del proprio terreno e un ordinanza del sindaco che predispone la sospensione della costruzione e la sua demolizione. Elemento caratterizzante di questa vicenda, oltre l'irragionevole durata dei due gradi di giudizio, è una giustizia lente e inefficiente.

Read More »

Gran Bretagna: anche i sentimenti vanno tutelati dalla tortura

Si ha sempre cura dei sentimenti e delle conseguenze emotive di una detenzione su un soggetto affetto da disturbo mentale? Ha rilevanza la sfera soggettiva e psichica di un recluso? La centralità del divieto di tortura.

Read More »

Serbia condannata: nessuno sforzo per l’esecuzione di una sentenza

Ancora oggi in Serbia si accusano i contraccolpi della guerra etnica che sul finire del XX secolo ha devstato tragicamente per anni le vite di milioni di persone. Non a caso ci troviamo ad esaminare la vicenda di Amira Bobic, cittadina della Bosnia Erzegovina nata a Bijeljina nel 1957, che dal 1979 sino al 1992 lavora come ragioniere in una ditta di catering presso la sua città natale, oggi appartenente alla Repubblica Serba, da cui viene licenziata perché di origine bosniaca.

Read More »
Scroll To Top