Home / Tag Archives: Prima Sezione (page 5)

Tag Archives: Prima Sezione

Feed Subscription

Polizia: torture arbitrarie, nessun procedimento, Russia Condannata.

A Mosca, un cittadino ucraino, il Sig. Mogilat aiutato da un complice tenta di rubare un'auto. Viene immediatamente arrestato e condotto in carcere, luogo in cui verrà ammanettato e picchiato dalle guardie carcerarie. Le prime perizie mediche però non confermano ciò, sostenendo anzi che la detenzione sarebbe potuta proseguire tranquillamente..

Read More »

Austria: la discoteca dunque ha ragione d’esistere, ma suvvia non perdiamoci in quisquilie.

Chi non ha mai sperato di abitare a due passi da una discoteca, di addormentarsi con un dolce sottofondo, ed esser destati, prima che il gallo canti da una sveglia rombante? Sicuramente Anna Wurzer non lo aveva menzionato tra i desideri del nuovo anno. Perche si dà il caso che proprio il 2 febbraio del 1972, Mr e Mrs R. ottengono la decisione sulla designazione d'uso dei loro terreni -collocati di fronte all'abitazione della Sig.ra Anna Wurzer- e di lì a poco, anche l'autorizzazione per costruire la loro prima casa. Ad un certo punto i due Coniugi, forse annoiati dall'eccessiva tranquillità di Floing, decidono di modificare i piani di costruizione in modo tale da ricavarne una sala da ballo.

Read More »

La Russia Unita, partito di governo, vince con la TV?

Contro il risultato delle elezioni 2003 in Russia si appellano 8 ricorrenti, di diversi partiti, tutti uniti da una sola ''percezione'': lo spazio lasciato dai mass media al gruppo parlamentare in carica, ovvero Russia Unita, era superiore e qualitativamente migliore. Ovviamente i vincitori saranno loro, ma come si fa a provare che il risultato sia stato indotto dalla maggiore pubblicità mediatica?

Read More »

Maltrattamento nelle carceri: adesso anche la Grecia

La sfida più importante dei paesi cosiddetti moderni è quella di garantire i diritti inviolabili della persona in qualsiasi situazione, a maggior ragione in quelle di maggior disagio, come può essere il momento della detenzione. Il caso Samaras e altri vs. Grecia è emblematico: i tredici ex detenuti di nazionalità greca e somala, del carcere Ioannina di Atene, si trovano in condizioni di sovraffollamento, a dover trascorrere gli anni più angosciosi della loro vita in spazi intollerabili, senza le cure necessarie per la loro salute, senza il bene più importante dell’uomo: la libertà personale.

Read More »

Processo: duello ad armi pari, d’ora in poi anche in Estonia

Ci troviamo in Estonia, precisamente a Kihnu, dove il sindaco, il Sig. Leas, agisce indisturbato nell'esercizio della sua funzione. Ma un bel giorno volendo restituire un nuovo volto alla sua isoletta rurale - che pensate è abitata da ben 487 persone - attraverso la restaurazione di edifici, del porto, e del museo locale, decide di occuparsi personalmente della gara d'appalto, in cambio di qualche spicciolo (8310 € in due comode rate) da parte del responsabile della società "vincitrice", il Sig. L. per l'appunto.

Read More »

Russia: Gli orrori della guerra nella regione cecena

La Corte riunita oggi in merito al caso Edilova v. Russia, ha ritenuto, con la sentenza 083 (28/02/2012), all’unanimità la violazione dei seguenti articoli della Convenzione europea dei diritti dell’uomo: Art. 2 (diritto alla vita) , Art 3 (divieto di trattamenti inumani o degradanti), Art 5 (diritto alla libertà e alla sicurezza), Art 13 (diritto a un ricorso effettivo).

Read More »

Ultime condanne della Russia: le assurde violenze del potere pubblico sui suoi cittadini

Un caso emblematico quello di Salikhov del 3 Maggio 2012 per riflettere sui maltrattamenti e l'applicazione dell'art 3 CEDU- divieto alla tortura e a trattamenti disumani - in Russia: i buoni si trasformano in cattivi e si abbattono sui più deboli, con l'arroganza del potere e della violenza. Proprio coloro che dovrebbero rappresentare e preservare la legalità, le autorità pubbliche, si fanno sopraffare dalla propria posizione e applicano solo la propria legge. La legge più antica del mondo, la più barbara: il più forte vince sul debole.

Read More »

In Russia le autorità si perdono in un bicchier d’acqua

Vladivostok è una città della Russia orientale ubicata in prossimità del confine con Cina e Corea del Nord. Questa città che conta all’incirca 600.000 abitanti la si ricorda forse perché possiede il più grande porto russo sul Pacifico o magari perché è l’ultima fermata della celebre Ferrovia Transiberiana. Tuttavia nell’agosto del 2001 viene conosciuta per un’altra ragione: proprio in estate infatti è stata flagellata da una violentissima inondazione.

Read More »

Russia, nella regione cecena vige la libertà di omicidio

Purtroppo queste storie sono più frequenti di quanto si immagini in Cecenia. Un territorio che vive da ormai troppi anni questa condizione di violenza diffusa e, come in questi casi spesso nascosta. Nella maggior parte dei luoghi nel mondo i rapimenti e le morti di queste persone, sarebbero tragedie che le famiglie potrebbero tranquillamente piangere, mentre la polizia cerca di trovare l'assassino. Ma in Cecenia, non è così... è la polizia o il governo che ha ucciso o ha ordinato di uccidere.

Read More »

Russia: un soldato depresso in fuga

Il soldato Putintsev era depresso: sebbene il lungo addestramento non riusciva proprio ad adegurasi alla vita dell'esercito. Il sistema gerarchico e aggressivo era per lui un trattamento degradante, si sentiva usato come uno schiavo. Dopo un anno e mezzo di missione esausto decide di scappare. Un tentativo fallito: un colpo di mitra alla natica gli impedirà il ritorno a casa...un soldato che non sta bene diventa doppiamente pericoloso, per i propri compagni e per i propri avversari.

Read More »
Scroll To Top