Home / Tag Archives: Human Rights Watch (page 2)

Tag Archives: Human Rights Watch

Feed Subscription

Afghanistan e rispetto delle donne: gli impegni assunti per la CEDAW sono davvero reali?

Afghanistan e rispetto delle donne: gli impegni assunti per la CEDAW sono davvero reali?

L' Afghanistan nel 2003 ha ratificato la Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW), che impone/richiede la parità di genere nell'accesso all'istruzione, all'assistenza sanitaria, e la partecipazione politica. Ma troppo spesso questo trattato è disatteso. Stessa cosa vale per l'Afghanistan, sono ormai lontani i tempi, per lo più un decennio, in cui le donne aspiravano in un fato florido e brillante, dopo un oscuro periodo vissuto con i talebani. Da poche settimane la rete rappresenta una realtà non alquanto diferente dall'epoca oscurantista, le autorità afghane oltre a non far vivere in modo accettabile le donne, stanno anche trasgredendo i patti assunti con la CEDAW.

Read More »

Il Partito Comunista non ci sta: il processo all’attivista Le Quoc Quan continua per metterlo a tacere

Il Partito Comunista non ci sta: il processo all’attivista Le Quoc Quan continua per metterlo a tacere

Un blogger ed attivista vietnamita che per le sue idee e le sue critiche viene incarcerato con un appiglio giuridico in maniera tale da non poter più creare fastidi al partito: è il primo di tre blogger attivisti che vengono detenuti in attesa di un processo e che forse ci resteranno per molto tempo. Egli però non ha mai smesso di combattere per diritti quale il “giusto processo”, e della incarcerazione preventiva ed oggi Le Quoc Quan è diventato una figura di stima ed orgoglio per i combattenti moderni in difesa dei diritti umani, i quali preferiscono scrivere ed aprire dibattiti piuttosto che uccidere ed insabbiare.

Read More »

Tanzania: storie di ordinaria violenza

Tanzania: storie di ordinaria violenza

In Tanzania è quasi una storia di ordinaria repressione. Infatti, il dr. Ulimboka non è un dottore qualunque che per qualche artificio artistico ha sfidato il malvagio di turno, bensì il leader di un recente sciopero indetto dalla sua categoria, i medici. A un anno di distanza possiamo contare i segni sul volto del dottore e cercare di trarre un bilancio. In Tanzania la repressione nei confronti degli avversari politici sta crescendo e le violenze denunciate sono in aumento. Ultimo di una lunga lista è stato il lancio di una granata, durante un rally organizzato dal partito Chadema nella città di Arusha, che ha ucciso 4 persone: nessuno è stato indagato.

Read More »

Nigeria e Boko Haram: crimini contro l’umanità nel dimenticatoio?

Nigeria e Boko Haram:  crimini contro l’umanità nel dimenticatoio?

Boko Haram, un'organizzazione terroristica jihadista diffusa nel nordest della Nigeria e fondata da Mohammed Yusuf, conosciuta per aver effettuato una brutale campagna di violenza in tutto nord della nazione, pare sarà al centro delle manovre di una commissione istituita dal Governo nigeriano, atta ad elaborare un quadro di amnistia per i membri del gruppo militante ed escluderne così i gravi crimini commessi in violazione del diritto internazionale dei diritti umani.

Read More »

Sudan: storia di guerra e di sangue. Governo coinvolto negli attacchi in Darfur.

Sudan: storia di guerra e di sangue. Governo coinvolto negli attacchi in Darfur.

La Human Rights Watch ha fatto sapere che a Nairobi, capitale del Kenya, un comandante sudanese è ricercato dalla Corte penale internazionale (ICC). Nel mese di aprile 2013, avrebbe guidato o sarebbe intervenuto in battaglie micidiali nei confronti dei Salamat, un'etnia del Darfur Centrale. I testimoni hanno riferito alla ONG che tra gli assaltatori pareva che ci fossero persone delle forze governative che adoperavano armi ed equipaggiamenti del governo. Dopo questi fatti, la Human Rights Watch ha dichiarato che il Sudan deve cedere subito Kosheib alla ICC attraverso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Read More »

L’Ecuador e la legge sulle comunicazioni: ali tarpate alla libertà di informazione

L’Ecuador e la legge sulle comunicazioni: ali tarpate alla libertà di informazione

(Washington, DC) - L'Assemblea nazionale ecuadoriana ha approvato in data 14 giugno 2013 la legge sulle comunicazioni, la quale secondo quanto afferma Human Rights Watch , mina gravemente la libertà di parola e soprattutto apre le porte alla censura per quei mezzi di comunicazione non in linea con il governo. La legge infatti vieta un ampio spettro di espressioni, e quindi limiterà la libera espressione di giornalisti e di media.

Read More »

El Salvador e aborto: una donna rischia la morte e lo Stato non fa nulla.

El Salvador e aborto: una donna rischia la morte e lo Stato non fa nulla.

All’attuale presidente Mauricio Funes si è fatto urgente appello nei giorni scorsi per prendere seri provvedimenti e occuparsi della vita di una donna che versa in uno stato salutare grave dovuto alla sua gravidanza. Le motivazioni sono spinte dalla ragione per cui il diritto alla vita Costituzionalmente pr3898559931_a40c7fd774evisto nello Stato di El Salvador debba prevalere su quello che oggi sarebbe un delitto penalmente rilevante: infatti se “Beatriz”, nome di pura fantasia per non identificare la donna, dovesse far interrompere la gravidanza da un medico, quest’ultimo andrebbe sicuramente a risponderne in Tribunale; medesimo discorso per Beatriz se fosse lei stessa ad auto-infliggersi per abortire.

Read More »

Mexico: le forze di sicurezza e i casi di persone scomparse

Mexico: le forze di sicurezza e i casi di persone scomparse

In Mexico la polizia è sempre più implicata in casi irrisolti di sparizioni forzate di persone: i colpevoli di questi crimini rimangono sempre impuniti. Per questo motivo la Human Rights Watch ha stilato il "Mexico’s Disappeared: The Enduring Cost of a Crisis Ignored", un rapporto che riporta cifre davvero importanti delle "sparizioni" avvenute durante il governo dell’ ex presidente Felipe Calderón, dal dicembre 2006 al dicembre 2012. Dal suddetto documento (lungo 173 pagine) si evince la colpevolezza di agenti delle forze dell'ordine in almeno 149 casi, con prove schiaccianti.

Read More »

Rispediti al mittente, il rapporto di Human Rights Watch sui respingimenti dall’Italia alla Grecia dei minori e dei richiedenti asilo

Verona, 23 gennaio 2013 – Segnalo il rapporto di Human Rights Watch sulle riconsegne sommarie dall’Italia alla Grecia dei minori stranieri non accompagnati e degli adulti richiedenti asilo. Ricordo che sull’argomento la C.E.D.U. nel g...

Read More »

Per mancati finanziamenti in Nigeria bambini muoiono o diventano disabili

Per mancati finanziamenti in Nigeria bambini muoiono o diventano disabili

Ad Abuja, capitale della Nigeria dal 12 dicembre 1991, la Nycan e la Human Rights Watch hanno lanciato una campagna mediatica sociale di sensibilizzazione sulla situazione sanitaria del paese: difatti ad oggi si contano migliaia di morti e di gravi malformazioni a danno di bambini per colpa dell'inquinamento del piombo. La comunità invita quindi ad un intervento urgente e una maggiore conoscenza delle problematiche.

Read More »
Scroll To Top