Home / Tag Archives: Bulgaria (page 3)

Tag Archives: Bulgaria

Feed Subscription

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 02/06/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 02/06/2015

Quest'oggi la Corte europea si è pronunciata su 6 casi accertando la violazione del diritto alla libertà di espressione da parte dello Stato islandese ai danni della giornalista Erla Hlynsdóttir, ammonisce la Turchia, seppur per la violazione nel suo aspetto procedurale dell'art.3 CEDU, per un sequestro perpetrato da poliziotti turco-ciprioti nei confronti di un cittadino greco-cipriota. Il Giudice di Strasburgo "assolve" invece la Svizzera nel caso di una espulsione per un cittadino albanese colpevole di riciclaggio di danaro.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 17/03/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 17/03/2015

Al centro delle pronunce odierne della Corte europea dei diritti dell’uomo vi è l’art. 3 riguardante il divieto di trattamenti inumani e degradanti, sollevato in ben tre casi su sei: la violenza è stata perpetrata da agenti di polizia in Chinez c. Romania e Yildiz c. Turchia e da infermieri di una casa di cura in Stankov c. Bulgaria. La Corte ha condannato gli Stati per non aver rispettato l’obbligo di garanzia e non aver protetto adeguatamente i cittadini da chi doveva svolgere una funzione pubblica.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 10/03/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 10/03/2015

Quest'oggi la Corte europea ha riscontrato l'enorme falla del sistema carcerario ungherese. Il sovraffollamento e le pessime condizioni di detenzione spingono il Giudice di Strasburgo a richiamare pesantemente il governo di Budapest alla luce del fatto che sono ancora pendenti, per le stesse violazioni, circa 450 casi. Una delicata vicenda riporta la situazione di un cittadino turco il quale decide,all'età di 24 anni, di cambiare sesso ma incontra per ben nove anni il divieto delle Corti giudiziarie.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 05/03/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 05/03/2015

Dei casi decisi oggi si incontrano le storie giudiziarie di due persone che, a diverso titolo, hanno subito una incarcerazione ingiusta: sia nel caso Tsitsiriggos c. Grecia (n. 2) che nel caso Kotiy c. Ucraina i ricorrenti sono imprenditori accusati di reati in materia finanziaria e perciò detenuti in pendenza del processo penale. La Corte europea ha accertato per entrambi la violazione dell'articolo 5 della Convenzione europea, che sovrintende e protegge la libertà delle persone da una detenzione illegale ed ingiusta.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 03/03/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 03/03/2015

Oggi la Corte europea si è pronunciata su dieci casi, accertando la violazione della Romania per trattamenti inumani e degradanti circa le condizioni di detenzione in due distinti procedimenti; si accoda, per gli stessi motivi, la "condanna", ex art.3 CEDU, della Moldavia. Bucarest riceve un altro ammonimento dal Giudice di Strasburgo, in quanto non ha corrisposto alcun indennizzo a seguito delle espropriazioni. Infine, una complessa vicenda di sequestro preparatorio di uno stupro, fa sentenziare la Corte rispetto alle indagini inadeguate condotte dalle autorità bulgare che riflettono l'enorme falla del sistema giudiziario.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 22/01/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 22/01/2015

Tra i casi di oggi si intrecciano storie molto diverse, provenienti da tutta Europa. Vi è il caso di uno scrittore e storico portoghese deluso dalle scelte editoriali del Comune di Montemor-o-Velhodi: dopo una prima pubblicazione col Comune, poi non era stato più contattato. Decise quindi di criticare la scelta comunale sulle colonne di un giornale, ottenendo una condanna per diffamazione che oggi il Giudice di Strasburgo ha dichiaratoi n violazione del suo diritto alla libertà d'espressione. Ma ha raggiunto Strasburgo anche la richiesta di aiuto di un ventiduenne macedone che, una notte in giro per Skopye, fu fermato da una pattuglia di polizia in maniera peculiare: gli spararono contro con armi automatiche e, una volta sceso, lo picchiarono con pugni, calci e manganellate. Il giudici macedoni credettero alla versione degli agenti, per cui ci sarebbe stato un solo sparo e accidentale, mentre la Corte europea ha creduto al giovane, condannando la Macedonia per aver attentato alla vita del ragazzo e non aver svolto indagini adeguate.

Read More »
Scroll To Top