Home / 2015 / novembre

Monthly Archives: novembre 2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 26/11/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 26/11/2015

Nella rassegna odierna della Corte Europea dei diritti Umani troviamo 5 pronunce riguardanti altrettanti paesi firmatari della Convenzione; in particolare i giudici condannano la Germania per aver emesso un'ingiunzione nei confronti di un cittadino che manifestava, mediante la distribuzione di volantini, la sua contrarietà all'aborto davanti una clinica specializzata.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 24/11/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 24/11/2015

Oggi la Corte Edu si è pronunciata su 8 casi ed in particolare ha condannato la Lituania per non aver rispettato il diritto di proprietà, in violazione dell'articolo 1 del protocollo n. 1 della Convenzione, in tre diversi casi: ai ricorrenti sono stati sottratti dei terreni ma in compenso non hanno ricevuto un adeguato indennizzo.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 19/11/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 19/11/2015

Oggi la Corte europea si è pronunciata su un unico caso, Mikhaylova c. Russia, nel quale si sono fronteggiati una pensionata russa e l'Orso russo. Il casus belli è stato la multa di 26 € ricevuta dalla ricorrente nell'ambito di un procedimento iniquo. La Corte europea, rilevata la natura penale e non amministrativa del procedimento sanzionatorio, ha accertato che la ricorrente non aveva avuto l'assistenza di un avvocato a spese dello stato, diritto fondamentale per tutte le persone che non abbiano i mezzi economici per pagarselo. Da ciò la violazione della Convenzione europea e la condanna della Russia, che dovrà ora versare alla pensionata 180 € per i costi giudiziari e ben 1.5000 € per il danno non patrimoniale arrecatele.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 17/11/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 17/11/2015

Quest’oggi la Corte edu "condanna" l'Italia in ben due casi: nella vicenda Preite c. Italia accorda un risarcimento del valore di 420.000 euro agli eredi del signor Preite per la violazione da parte dello Stato italiano dell’art.1 Protocollo n°1 per un indennizzo inesatto, calcolato sul valore agricolo del fondo, a seguito di un procedimento di esproprio. Nella vicenda Bondavalli Strasburgo ha accertato la responsabilità dell’Italia perché non sono stati profusi gli sforzi necessari e sufficienti per garantire il rispetto del diritto alla visita del padre.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 10/11/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 10/11/2015

Fra i casi decisi oggi dalla Corte europea dei diritti dell'uomo due sono francesi: entrambi sulla libertà d'espressione ma totalmente opposti. Nel caso Couderc e Hachette Filipacchi Associés la Grande Camera della Corte di Strasburgo ha ritenuto conforme alla libertà d'espressione l'articolo col quale il settimanale francese Paris Match aveva rivelato che il principe Alberto di Monaco avesse avuto un figlio non riconosciuto: tale notizia era costata alla testata un condanna al risarcimento nei confronti del principe, ed a lui il riconoscimento ufficiale e pubblico, fatto alcune settimane dopo, che quello era effettivamente suo figlio; oggi, a distanza di 10 anni, quella condanna è dichiarata in violazione della libertà d'espressione. Nel caso M’Bala il Giudice europeo si è premurato di chiarire che il negazionismo verso l'Olocausto, anche se mascherato da satira, non può in alcun rientrare nei diritti umani sanciti dalla Convenzione europea: nell'occhio del ciclone il comico francese Dieudonné che, al termine di un suo spettacolo teatrale, aveva lasciato la parola ad Prof. Faurisson, tristemente famoso per aver negato anche l'esistenza stessa delle camera a gas e che aveva poi tenuto un vero e proprio comizio politico che valse a lui e al comico una - legittima - condanna nelle sedi giudiziarie.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 03/11/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 03/11/2015

Oggi la Corte europea ha dichiarato la violazione del diritto alla vita (art.2 CEDU) per la Polonia a causa delle indagini inefficaci. Gli inquirenti non hanno accertato le dinamiche relative alla sparizione di un giovane studente; dopo il fermo dalla polizia i genitori ricorrenti non hanno più avuto notizie. In un altro caso il giudice di Strasburgo allineandosi alle pronunce dei tribunali polacchi non ammette la violazione della libertà di espressione nei confronti di un ex parlamentare ritenutosi vittima di diffamazione per mezzo stampa.

Read More »
Scroll To Top