Home / 2015 / settembre

Monthly Archives: settembre 2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 28/09/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 28/09/2015

Quest'oggi la Corte europea dei diritti dell'uomo si è espressa nella sua formazione più autorevole - la Grande Camera - in un caso belga di violenze perpetrate da pubblici ufficiali. Essa ha riesaminato il caso Bouyid c. Belgio [G.C.] e ha deciso per un revirement rispetto a quanto deciso nel 2013 dalla Quinta Sezione della stessa Corte: uno schiaffo, se compiuto in una caserma da un agente della forza pubblica su un soggetto privato della libertà, può essere considerato un trattamento degradante, per la forte umiliazione che provoca sulla vittima, e raggiungere quel livello minimo di gravità necessario per una violazione dei diritti umani. L'esito di tale nuova decisione è perciò la condanna del Belgio - che invece in primo grado era uscito indenne dal sindacato europeo - per violazione dell'art.3 della Convenzione europea al pagamento in favore dei ricorrenti di 10.000 €.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 22/09/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 22/09/2015

Oggi la Corte europea ha deciso nove casi; la Russia colleziona l'ennesima condanna per una sparizione forzata, le indagini si dimostrano sempre inadeguate. In Grecia la condanna per la pubblicazione di un articolo considerato offensivo dai giudici interni si rivela per Strasburgo violazione della libertà di espressione ex art. 10 CEDU; infine il caso di due professori turchi i quali vengono ammoniti, con relative sanzioni disciplinari, per aver partecipato ad una manifestazione non autorizzata, integra la violazione della libertà di riunione e associazione.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 15/09/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 15/09/2015

Quest'oggi la Corte europea dei diritti dell'uomo ha accertato molteplici violazioni dei diritti umani a carico di diversi paesi dell'Europa dell'Est: processi iniqui (Bulgaria e Romania), processi troppo lunghi (Slovacchia) o troppo costosi per i contributi da pagare (Polonia); ma anche morti sospette rimaste prive di indagini effettive (Repubblica di Moldavia) e violenze da parte di pubblici ufficiali consumate per strada e in caserma (Romania). Anche la Turchia è stata citata a giudizio: è responsabile di aver sottoposto a processo penale un giornalista critico nei confronti dei massimi vertici delle Forze armate nazionali e di aver disposto un ergastolo senza alcuna speranza di liberazione, usque mortem, a carico di un terrorista del PKK.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 03/09/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 03/09/2015

Quest'oggi - 3 settembre 2015 - la Corte europea dei diritti dell'uomo ha emesso 5 sentenze nei confronti di Francia, Estonia, Croazia, Liechtenstein e Portogallo. Fra i ricorrenti, madre e figlia croate che denunciano la Croazia di non aver protetto la minore dalle aggressioni del padre che, ciò nonostante, aveva mantenuto l'affidamento esclusivo della figlia; a ricorre anche un ex agente estone del KGB, violato nella sua vita privata e lavorativa allorché è stata resa pubblica la sua precedente affiliazione col servizio segreto russo; infine è stato esaminato il caso di un detenuto francese, responsabile di pluriomicidio, che riteneva ingiusta la misura preventiva applicatagli perché introdotta nell'ordinamento giuridico successivamente ai fatti di sangue, in violazione - come accertata dalla Corte di Strasburgo - del principio nulla poena sine lege, nell'accezione di irretroattività della misure penali.

Read More »
Scroll To Top