Home / 2015 / giugno

Monthly Archives: giugno 2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 30/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 30/06/2015

La Corte europea ha oggi esaminato per ben due volte la situazione dei diritti umani in Italia: in entrambi i casi, il Bel Paese ha superato l'esame, uscendo indenne dal controllo europeo. Nel caso Peruzzi c. Italia la condanna (a pena pecuniaria) di un avvocato che aveva mosso pesanti accuse ad un Pubblico Ministero è stata valutata una misura necessaria in una società democratica, e ciò, tra l'altro, perché tale attacco si era svolto fuori dall'aula di udienza, ossia per il tramite di lettere indirizzate dall'avvocato ai colleghi magistrati del P.M. Nel caso A.S. c. Svizzera il Giudice europeo ha nuovamente confermato (come fatto nel novembre scorso con Tarakhel c. Svizzera) che il sistema di accoglienza dei richiedenti asilo in Italia, pur mostrando elementi di criticità, non è (ancora) ancora al di sotto degli standard minimi di tutela dei diritti umani disposti dalla Convenzione europea.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 25/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 25/06/2015

Oggi la Corte europea ha ammonito Atene per le condizioni inumane e degradanti subite durante la detenzione: il ricorrente venne fermato nel 2011 nel porto di Igoumenitsa alla guida di un camion che trasportava 46 uomini entrati irregolarmente in Grecia. Ancora l'ennesima sparizione forzata in Cecenia ai danni del giovane Muslim Saydulkhanov, fa scattare la violazione dell'art.2 CEDU (diritto alla vita) circa le indagini inadeguate condotte dalle autorità russe; a proporre ricorso la madre Saydulkhanova.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 18/06/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 18/06/2015

Quest'oggi la Corte europea ha condannato la Russia sia per la violazione del diritto alla vita sia per trattamenti inumani e degradanti ai danni di una giovane donna, Fanziyeva, defenestrata mentre si trovava in una stazione di polizia: questa era stata arrestata per il furto di una gonna al mercato rionale. Ottiene giustizia, anche un giornalista azero, arrestato, torturato e privato della sua libertà per ben quattro giorni per aver pubblicato, due articoli dal taglio critico riguardo la situazione economica e politica della Repubblica Autonoma di Nakhchivan.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo dell’16/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo dell’16/06/2015

Oggi il Giudice europeo dei diritti umani ha condannato Bulgaria, Moldavia, Romania, Serbia e Turchia per diverse violazione della Convenzione europea. Svizzera e Italia, invece, sono uscite indenni dall'esame del giudice internazionali: così nel caso Mazzoni c. Italia, relativo ad un procedimento per eccessiva durata del processo in Italia (per c.d. Legge Pinto), una pronuncia molto formalistica della Corte di Cassazione è stata comunque valutata né arbitraria né irragionevole; nel caso Schmid-Laffer c. Svizzera, la Corte ha valutato equo il procedimento conclusosi con la condanna della ricorrente sulla base della sua confessione - aveva confessato di aver incitato il compagno ad uccidere suo marito - sebbene resa senza avvocato e senza essere preavvisata della facoltà di rimanere in silenzio.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo dell’11/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo dell’11/06/2015

Quest'oggi la Corte europea dei diritti dell'uomo ha deciso 7 casi, comminando condanne per Austria, Russia ed Azerbajan. Tra i ricorrenti, anche l'ex Ministro dell'Interno ucraino Yuriy Lutsenko, detenuto per tre anni per appropriazione indebita e critico nei confronti del sistema penitenziario nazionale per le cattive condizioni detentive, il sovraffollamento carcerario e l'assistenza medica inadeguata. Ma accanto al grande politico ucraino, la Corte di Strasburgo ha esaminato anche il caso di un politico locale azero, al quale è stato negato diritto di candidarsi: la Commissione elettorale aveva ritenuto invalide molte delle 450 firme da lui raccolte ma egli non aveva potuto partecipare al procedimento di esame, calcolo e contestazione delle firme. Si conclude invece con un lieto fine il contenzioso tra due società immobiliari e la Repubblica Ceca: la Corte di Strasburgo aveva già emesso sanzionato il meccanismo dei canoni bloccati nel Paese, in violazione del diritto di proprietà delle società ricorrenti, ed oggi la Repubblica Ceca ha offerto un congruo risarcimento alle vittime e queste lo hanno accettato.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 09/06/2015

Note alla rassegna Di seguito la rassegna delle decisioni pronunciate dalla Corte europea dei diritti dell’uomo in data Martedì 9 giugno 2015, di cui, per ciascuna, si ripropongono: Case of – : la denominazione del caso e il link alla decisione caricata sul sito http://hudoc.echr.coe.int ; N.ricorso  ...

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 04/06/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 04/06/2015

Oggi la Corte EDU si è pronunciata su sei casi, accertando diverse violazioni della convenzione da parte di alcuni stati firmatari, tra i quali: condanna la Grecia per aver fatto pagare ad un ex militare una multa di oltre 50 mila euro per essersi congedato dal servizio prima del tempo e anche l'Ucraina per aver detenuto in regime di custodia cautelare un cittadino oltre i limiti consentiti e non aver garantito un giusto processo.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 02/06/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 02/06/2015

Quest'oggi la Corte europea si è pronunciata su 6 casi accertando la violazione del diritto alla libertà di espressione da parte dello Stato islandese ai danni della giornalista Erla Hlynsdóttir, ammonisce la Turchia, seppur per la violazione nel suo aspetto procedurale dell'art.3 CEDU, per un sequestro perpetrato da poliziotti turco-ciprioti nei confronti di un cittadino greco-cipriota. Il Giudice di Strasburgo "assolve" invece la Svizzera nel caso di una espulsione per un cittadino albanese colpevole di riciclaggio di danaro.

Read More »
Scroll To Top