Home / 2014 / gennaio

Monthly Archives: gennaio 2014

La sentenza Carratù e l’ordinanza Papalia della Corte di giustizia, la sentenza Montalto della Cedu, le ordinanze di rinvio pregiudiziale della Corte costituzionale e della Cassazione, ricostruiscono la tutela effettiva dei lavoratori

1. Il riscatto del processo del lavoro italiano “comunitario” nella sentenza Carratù. - 2. Le eccezionali e combinate risposte della Cgue nelle decisioni Carratù e Papalia. - 3. L’isolamento imposto alla giurisprudenza della Cedu dopo le censure allo Stato italiano. - 4. L’attacco congiunto al muro di Lussemburgo/Roma/Milano e al “Porcellum” della libera avvocatura e del Tribunale di Napoli. - 5. La Cedu aiuta le Alte Corti nazionali a cancellare il “Porcellum” e la stagione delle norme retroattive a favore dello Stato. - 6. La Cedu aiuta la Corte di giustizia a superare i contrasti sul caso Agrati-Scattolon e a chiudere la stagione dei favori allo Stato italiano. - 7. L’udienza del 5 giugno 2013 nella causa Carratù, dopo il ricorso alla Cedu e il fastidio del Collegio lussemburghese. - 8. L’udienza della causa Carratù e la confusione sulle norme di tutela sul precariato pubblico. -        9. L’udienza della causa Carratù e le informazioni “riservate” sulla pregiudiziale della Corte costituzionale. - 10. L’istanza della lavoratrice Carratù di riapertura della fase orale della causa Carratù. - 11. La sentenza Carratù-Papalia e il rigetto/accoglimento dell’istanza di riapertura della fase orale. - 12. La normativa interna applicabile alle varie fattispecie di causa nella sentenza Carratù-Papalia: il Pinocchio statale ha concluso gli studi europei e non può più dire bugie. - 13. La disciplina dell’Unione europea applicabile alle fattispecie delle cause Carratù e Papalia. - 14. Conclusioni: il Giudice nazionale deve riempire il finto “vuoto normativo” per garantire la tutela effettiva dei diritti fondamentali. La sentenza Montalto della Cedu.

Read More »

La Corte di Cassazione inaugura l’anno giudiziario 2014

Strasburgo, 28 gennaio 2014 – Il 24 gennaio 2014 il primo Presidente della Corte di Cassazione Giorgio Santacroce, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2014, ha presentato la relazione sulla giustizia italiana. In tema di diritti fondamentali, nella propria relazione, il Presidente Santacroce ha fatto riferimento al rapporto esistente tra la giurisdizione nazionale e quella sovranazionale, … Continua a leggere

Read More »

ESPROPRIAZIONE INDIRETTA, NEL CASO PASCUCCI C. ITALIA, LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO CONDANNA NUOVAMENTE L’ITALIA

Strasburgo, 27 gennaio 2014 – Con sentenza del 14 gennaio 2014, La C.E.D.U. ha condannato nuovamente l’Italia nel caso Pascucci c. Italia in merito all’annosa questione delle espropriazioni indirette, la pratica seguita in Italia che permette di espropriare immobili e terreni e di modificarli irreversibilmente al fine di costruire opere d’utilità pubblica e che, nella … Continua a leggere

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 23/01/2014

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 23/01/2014

Tre pronunce oggi per la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Sotto la scure del giudice strasburghese sono ricadute Slovenia e Ucraina, mentre nessuna violazione dei diritti umani è stata riscontrata per la Francia. L'Ucraina, in particolare, dovrà risarcire 5 milioni di euro alla compagnia aerea irlandese East/West Alliance, per risarcirla del sequestro - e di alcuni anche della vendita - di 14 aeromobili.

Read More »

MONTALTO E ALTRI C. ITALIA: LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO CONDANNA NUOVAMENTE L’ITALIA PER LE LEGGI D’INTERPRETAZIONE AUTENTICA

Strasburgo, 17 gennaio 2014 – La sentenza del 14 gennaio 2014 Montalto e altri c. Italia s’inserisce perfettamente nella scia inaugurata dalla sentenza Maggio e altri c. Italia (ric. n. 46286/09, 52851/08, 53727/08, 54486/08 e 56001/08 del 31 maggio 2011), e confermata dalla sentenza Agrati e altri c. Italia (ric. n. 43549/08, 6107/09 e 5087/09 del … Continua a leggere

Read More »

ILVA DI TARANTO: LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO COMUNICA AL GOVERNO ITALIANO IL CASO SMALTINI

Strasburgo, 14 gennaio 2014 – Il 4 ottobre 2013 è stato comunicato al Governo italiano il caso Smaltini c. Italia (ric. n. 43961/09), che porta all’attenzione della C.E.D.U. la delicata questione sulle conseguenze delle emissioni nocive provenienti dallo stabilimento ILVA sulla salute degli abitanti della città di Taranto. I ricorrenti sono i familiari della signora Smaltini, … Continua a leggere

Read More »

La misteriosa scomparsa di trentasei ceceni: la Corte Europea accerta la responsabilità della Russia

La misteriosa scomparsa di trentasei ceceni: la Corte Europea accerta la responsabilità della Russia

Durante la seconda guerra cecena dal 1999 ad oggi, secondo un dato diffuso da Amnesty International dai 3000 ai 5000 ceceni sono scomparsi per mano delle forze armate russe. Novantasei cittadini russi, famigliari di 36 cittadini ceceni rapiti tra il 2000 e il 2006, hanno depositato dei ricorsi presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo per rivendicare i diritti negati e il rapimento dei loro famigliari ad opera di gruppi di militari russi, tutt'ora non identificati. La Corte di Strasburgo, pronunciandosi sul caso, ha accertato la responsabilità della Russia per questi rapimenti. Ma intanto di queste persone misteriosamente scomparse non si ha ancora alcuna notizia.

Read More »

Il Centro Interuniversitario Europeo per i Diritti Umani e la Democratizzazione – EIUC organizza un corso su “LA TUTELA DEI DIRITTI UMANI PRESSO LE CORTI EUROPEE”

Strasburgo, 10 gennaio 2014 – Il corso organizzato dal Centro Interuniversitario Europeo per i Diritti Umani e la Democratizzazione – EIUC su “La tutela dei diritti umani presso le Corti europee” è patrocinato dal Consiglio d’Europa – ufficio di Venezia, dal Consiglio Nazionale Forense e dall’Ordine degli Avvocati di Venezia. Il corso si terrà in … Continua a leggere

Read More »
Scroll To Top