Home / 2013 / luglio

Monthly Archives: luglio 2013

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 30/07/2013

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 30/07/2013

Quest'oggi la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha deciso 5 ricorsi, inoltrati a Strasburgo tra il 2006 e il 2011 da cittadini europei e non. La Romania ha ricevuto due condanne per le condizioni detentive dello tristemente noto Penitenziario di Jilava che, nerbo della repressione politica sotto Nicolae Ceauşescu, è ancora oggi teatro di violazioni dei diritti umani. Piuttosto, la Svizzera - condannata in altri due casi - esce indenne dalle accuse relative alla (non ancora eseguita) espulsione dei tre figli minorenni di una coppia kosovara, legalmente emigrata in Svizzera.

Read More »

Cosa fa la Mafia in Belgio? Uccide. Si conclude a Strasburgo la storia di un omicidio politico

Cosa fa la Mafia in Belgio? Uccide. Si conclude a Strasburgo la storia di un omicidio politico

Si conclude a Strasburgo una vicenda intrisa di mafia e politica che accomuna Belgio e Sicilia. Il 18 luglio 1991, a Liegi, si consuma l'omicidio dell'ex vice primo ministro belga Andre' Cools. Adesso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo condanna il Belgio, colpevole di aver violato il diritto all'equo processo di Domenico Castellino, condannato per quel fatto di sangue.

Read More »

In Turchia un ragazzo che si ritrova in una manifestazione viene considerato un terrorista

In Turchia un ragazzo che si ritrova in una manifestazione viene considerato un terrorista

Abdullah Yasa aveva solo 13 anni quando è stato coinvolto in un corteo di manifestanti nella sua città. La situazione era particolarmente tesa: molti partecipanti lanciarono pietre e oggetti contro le forze dell'ordine che risposero sparando dei gas lacrimogeni per disperdere la folla. Uno di questi colpì sul volto Abdullah, che fu portato in ospedale e operato d'urgenza. La sua famiglia denunciò l'accaduto, ma la richiesta non fu accolta dalle autorità giudiziarie turche; anzi il ragazzo fu accusato di aver partecipato attivamente alla manifestazione e di essere membro di un gruppo terrorista. La Corte Europea dei diritti dell'uomo, investita del caso, ha riscontrato una palese violazione dell'art 3 della convenzione, oltre che un uso arbitrario della forza da parte della polizia.

Read More »

Email privacy and ECPA: new law could give more security to our messages?

Email privacy and ECPA: new law could give more security to our messages?

New amendment has been proposed to the Electronic Communications Privacy Act (ECPA) to modernize and increase the protection of emails and electronic communications in general. From 1986 to 1987 the Internet Protocol became a standard procedure on PCs and the number of networks increased from 2,000 to 30,000. But, one hand the development of technology increased, on the other the Protocol is the same of 1986. In this sense, several technology and internet companies have joined forces with conservative and liberal organizations in a show of solidarity for a proposed amendment to the 1986 Electronic Communications Privacy Act.

Read More »

L’ art. 267 TFUE al vaglio della Corte di Lussemburgo: brevi considerazioni sulle questioni sollevate dal Consiglio di Stato con l’Ordinanza n. 1244 del 05 Marzo 2012

I Giudici di Palazzo Spada, al di là della specifica controversia sottoposta alla loro attenzione, hanno sollevato, dinanzi alla Corte di Giustizia, una questione pregiudiziale sulla corretta interpretazione dell’art. 267, par. 3, TFUE, dettato in tema di obbligatorietà del rinvio pregiudiziale da parte del giudice nazionale di ultima istanza: si trattava di chiarire in maniera puntuale e definitiva l’esatta portata di un siffatto “obbligo”, il cui mancato rispetto, in ipotesi, potrebbe far sorgere in capo allo Stato una responsabilità per violazione del diritto comunitario con conseguente risarcimento del danno in favore del soggetto eventualmente leso.

Read More »

LOST AN EMAIL CONVERSATION WITH A FRIEND? NSA ’S PRISM CAN HELP YOU

LOST AN EMAIL CONVERSATION WITH A FRIEND? NSA ’S PRISM CAN HELP YOU

Even if you're not doing anything wrong, you're watched and recorded, and the capacity of these storage systems is increasing every year more and more . The U.S. program PRISM NSA. This system can be used to go back in time and scrutinize every decision you have ever made, every friend with whom you've never discussed anything suspicious , to derive from an innocent life .

Read More »

Secondo la Corte europea dei diritti dell’uomo la pena dell’ergastolo deve prevedere la possibilità di riesame e di rimessione in libertà

Strasburgo, 12 luglio 2013 – La C.E.D.U., decidendo in Grande Camera con sentenza del 9 luglio 2013 nel caso Vinter e altri c. Regno Unito, ha accertato che la pena dell’ergastolo viola l’articolo 3 della Convenzione (divieto di trattamenti inumani e degradanti) qualora il sistema interno non preveda la possibilità di riesame o di rimessione … Continua a leggere

Read More »

Il test di ingresso all’Università può mettere a rischio il diritto all’Istruzione?

Il test di ingresso all’Università può mettere a rischio il diritto all’Istruzione?

Bekir Güven Altinay è un ragazzo turco che da sempre coltiva il sogno di iscriversi alla facoltà di scienze della comunicazione e diventare giornalista; ma durante l'ultimo anno di scuola secondaria, prima di diplomarsi, una circolare del Consiglio di Istruzione Superiore, comunica la modifica delle regole di ammissione all’Università. Nonostante questa modifica lo studente turco prova ugualmente il test d'ingresso ma per pochi centesimi non viene ammesso, determinate sarà la successiva riduzione del punteggio conferito al suo diploma dovuta all'entrata in vigore della riforma. Dinanzi a quest'ingiustizia decide di adire le vie giudiziarie interne, ma senza alcun successo. Allora la sua istanza di giustizia giungerà alla Corte di Strasburgo, che riscontrerà una violazione del suo diritto all'istruzione.

Read More »

Il rispetto della dignità della persona e l’Immigrazione in Italia: binomio o ossimoro?

Il rispetto della dignità della persona e l’Immigrazione in Italia: binomio o ossimoro?

Si è svolto a Piacenza l'incontro “Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo: faro di legalità nella precaria condizione dell’immigrato in Italia”, organizzato dalla redazione di Diritti d'Europa. Tema della serata è stata la precaria condizione degli immigrati in Italia e i loro diritti contenuti nella Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo. Questa Carta può essere davvero definita un faro di legalità per l'immigrato? A parlarne con noi Cesare Pitea, docente di diritto internazionale all’Università di Parma e Luca Masera, docente di diritto penale all’Università di Brescia e avvocato penalista.

Read More »
Scroll To Top