Home / 2013 / maggio / 13

Daily Archives: 13 maggio 2013

Il fumo uccide! Il 31 maggio è la giornata mondiale senza tabacco

Il fumo uccide! Il 31 maggio è la giornata mondiale senza tabacco

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha organizzato anche quest'anno la giornata mondiale contro il tabacco. Il tema è il "Divieto di pubblicità, promozione e sponsorizzazione del tabacco". Visti i risultati ottenuti grazie alla non-pubblicizzazione e dalla non-promozione del tabacco, l'OMS vorrebbe scoraggiarne il consumo, sensibilizzando i gravi rischi per la salute derivati dall'uso di questa sostanza, e invogliare gli stati a vietarne per un giorno la pubblicità. È un grande obiettivo, e ci si auspica che questa campagna possa davvero portare ad un cambiamento.

Read More »

La pubblicità dell’udienza nella giurisprudenza CEDU

Scrutando l’orizzonte convenzionale, è possibile individuare il riferimento testuale al diritto allo svolgimento “a porte aperte” dell’udienza nell’art. 6 CEDU, garanzia, anch’essa, annoverata tra gli elementi indefettibili riassunti nel paradigma del processo equo. A dimostrazione che il diritto in questione si estende su di una piattaforma condivisa da ordinamenti variegati, si consideri che lo stesso principio compare sia nel Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici, sia nella Convenzione Americana sui Diritti Umani, sia, infine, nella Costituzione degli Stati Uniti d’America. Siffatta garanzia riposa sul principio dell’apparenza, risolvendosi, di fatto, nella traduzione positiva dell’assunto “justice is not only to be done, but to be seen to be done".

Read More »

La funzione del Mediatore Europeo quale parte integrante della cittadinanza dell’Unione Europea

La figura del Mediatore Europeo, istituita con il Trattato di Maastricht quale parte della cittadinanza dell’U.E., trova la sua base normativa nel Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE), nello Statuto del Mediatore  e nelle Disposizioni di esecuzione dallo stesso adottate.

Obiettivo dell’organismo è quello di contrastare la cattiva amministrazione nell’ambito delle istituzioni e degli organi dell’Unione europea e, di conseguenza, quello di rafforzare gli strumenti di tutela dei diritti dei cittadini dell’Unione e di migliorare l’efficienza dell’amministrazione europea stessa.

Esercita le sue funzioni in piena indipendenza e, nell'adempimento dei suoi doveri, non sollecita né accetta istruzioni da alcun governo, istituzione, organo o organismo. Per tutta la durata del suo mandato, il Mediatore non può esercitare alcuna altra attività professionale, remunerata o meno.

Read More »
Scroll To Top