Home / 2013 / aprile (page 4)

Monthly Archives: aprile 2013

La detenzione in attesa dell’espulsione è illegittima. Regno Unito condannato.

La detenzione in attesa dell’espulsione è illegittima. Regno Unito condannato.

Mustafa Abdi, un giovane di origine somalo, giunge nel Regno Unito nel 1995. La sua richiesta di asilo viene rifiutata, tuttavia la sua permanenza sul territorio inglese viene tollerata per anni. Nel 1998 è condannato a 8 anni di prigione per diversi reati, tra cui rapina e molestie nei confronti di un minore. In attesa dell'espulsione, rimane sotto detenzione ma le procedure previste per legge non vengono eseguite. Il giovane detenuto si rivolge alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo lamentando la violazione del suo diritto alla libertà e sicurezza, tutelato all'articolo 5 CEDU.

Read More »

Austria.Le perizie della difesa non sono ammesse ma l’equo processo è garantito.

Austria.Le perizie della difesa non sono ammesse ma l’equo processo è garantito.

In Austria, il signor C.B. è accusato e poi condannato per reati sessuali e di droga. Durante il procedimento penale a suo carico, chiede che vengano ammesse in giudizio la perizia tecnica e la testimonianza del consulente psichiatra scelto dalla difesa e le testimonianze di altre persone. Richieste rigettate da parte dai Tribunali nazionali. L'uomo si ritiene vittima di un processo iniquo e ricorre alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.E’ minato il suo diritto alla parità delle armi in giudizio previsto dall'art 6 CEDU?

Read More »

La prassi seguita dalla Grande Camera per decidere sulle richieste di rinvio presentate ai sensi dell’art. 43 del regolamento di procedura

La proposta del cancelliere aggiunto della Corte di “comunicare agli Stati una esposizione generale della pratica del Collegio contenente chiare indicazioni sulle cause che rischiano di essere rigettate e su quelle che potrebbero essere accolte” è stata approvata dal Bureau in occasione della sua riunione del 21 giugno 2011.

Read More »

Appalti pubblici: la responsabilità “oggettivizzata” della pubblica amministrazione sulla scorta della sentenza della Corte di Giustizia del 30 settembre 2010

Con la pronuncia del 30 settembre 2010, la Corte di Giustizia è intervenuta sulla delicata questione della responsabilità della pubblica amministrazione per violazione delle norme sulla disciplina degli appalti pubblici. Il quesito sottoposto alla Corte atteneva, in particolare, alla compatibilità, con gli artt. 1, n. 1 e 2, n. 1, della direttiva 89/665, di una normativa nazionale in forza della quale il diritto al risarcimento del danno per violazioni della normativa comunitaria sugli appalti pubblici commesse dall’ente appaltante sia subordinato all’esistenza di un comportamento colpevole.

Read More »

Una recente pronuncia in tema di responsabilità e diritti genitoriali: il caso Lombardo c. Italia

La recente sentenza resa dalla decima sezione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo nel caso Lombardo c. Italia (ric. n. 25704/11, sentenza del 29/01/2013), rappresenta, senz’altro, un approdo giurisprudenziale di non poco momento in relazione alla definizione dei diritti e dei doveri scaturenti dall’art. 8 della Convenzione.

L’impianto motivazionale a sostegno della decisione pronunciata all’esito del caso in oggetto, difatti, costituisce l’ultimo excursus, in ordine temporale, dei principi fondamentali cristallizatisi negli anni nella produzione giurisprudenziale del Giudice di Strasburgo.

Read More »

L’Italia guadagna tempo, contestando la condanna sulle carceri della Corte Europea

L’Italia guadagna tempo, contestando la condanna sulle carceri della Corte Europea

L'Italia aveva 1 anno di tempo per riformare il proprio sistema carcerario e impedire che la detenzione di chi ha violato la legge continuasse ad essere essa stessa una violazione della legge. La Corte Europea aveva sentenziato la condanna lo scorso 8 Gennaio, ma oggi quella sentenza è impugnata dai legali dello Stato italiano. Spetterà alla Grande Camera decidere se di riaprire il caso ed - eventualmente - pronunciarsi nuovamente sulla questione. Intanto, si fermano le lancette e l'Italia guadagna altro tempo. Servirà?

Read More »

Romania: Accolta la richiesta di proroga relativa alla legge sui beni nazionalizzati

Romania: Accolta la richiesta di proroga relativa alla legge sui beni nazionalizzati

E' stato concesso, così come era stato richiesto, un altro mese di proroga al Governo rumeno per adeguare la propria legislazione interna al contenuto della sentenza pilota emessa dalla Corte di Strasburgo nel 2010, avente ad oggetto il risarcimento per gli immobili confiscati durante il regime comunista protratto fino al 1989. La nuova scadenza fissata porta adesso la data del 12 maggio 2013

Read More »

Nuovo passo verso l’adesione dell’Unione Europea al Consiglio d’Europa

Nuovo passo verso l’adesione dell’Unione Europea al Consiglio d’Europa

L'adesione dell'Unione Europea al Consiglio d'Europa ha fatto un nuovo passo in avanti. Il 5 Aprile i rappresentanti dell'Unione Europea e dei membri del Consiglio d'Europa hanno approvato una bozza di adesione che introduce un definitivo avvicinamento fra gli organismi. Un domani l'UE potrà essere citata in giudizio davanti alla Corte Europea dei Diritti dell'uomo.

Read More »
Scroll To Top