Home / 2012 / luglio / 01

Daily Archives: 1 luglio 2012

Moldavia: lo Stato sa anche riconoscere i propri sbagli

La Moldavia a differenza di altri Stati firmatari della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali - ha dato , in questa vicenda , un'esemplare dimostrazione di civiltà e di maturità: ha risolto con atto di regolamento amichevole quanto si sarebbe concluso certamente con la sua condanna.

Read More »

Sulla responsabilità degli Stati per violazione del diritto comunitario: il caso Francovich

L’affermazione del primato del diritto comunitario, posta unicamente sotto il profilo della prevalenza nel caso di conflitto fra norme (si rinvia alle celeberrime sentenze Costa c. Enel, Van Gend & Loos e Simmenthal), già nel 1990 non era più sufficiente a soddisfare le esigenze applicative di norme piuttosto pervasive, capaci di incidere notevolmente sulle posizioni giuridiche dei singoli e sui loro interessi economici. In via pretoria, dunque, la Corte di giustizia aveva cominciato da un lato, a forgiare strumenti da offrire in dotazione al giudice nazionale per dare prevalenza al diritto comunitario, e dall’altro, ad escogitare soluzioni per assicurare la riparazione delle conseguenze dannose di una eventuale violazione, così da preservare il pieno effetto della disciplina comunitaria e garantire effettività alla protezione dei diritti discendenti dall'ordinamento comunitario. È in questo contesto che va inscritta l’evoluzione compiuta dalla giurisprudenza comunitaria con la oramai celebre sentenza Francovich, unanimemente considerata come una tappa fondamentale del processo, definito da D. SIMON (in L’Europe et le droit, Melanges en hommage a J. Boulouis, Paris, 1991, pag 481) "le contentieux de la deuxième génération", inerente all’articolazione degli ordini giuridici nazionali e sovranazionali.

Read More »
Scroll To Top