Home / 2012 / luglio

Monthly Archives: luglio 2012

Nigeriana e prostituta: per questo maltrattata dalla polizia di Palma di Maiorca

La legge è uguale per tutti, sentiamo dire da persone più o meno civili e leggiamo nelle aule dei tribunali: la sensazione è che se non vi fosse scritto da qualche parte o non fosse assunto a premessa in un discorso, si potesse tranquillamente omettere l'eguaglianza delle persone, e così incominciare a degradare la dignità delle persone in una tabula pittorica, dalla tonalità più piena a quella sfocata e diluita. Dà un triste esempio di discriminazione e violenza la polizia spagnola: i maltrattamenti di due agenti della polizia di Palma di Maiorca giungono fino a Strasburgo, e qui la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo fa luce dove i giudici spagnoli non si erano inoltrati e condanna la Spagna a risarcire i danni che le sue forze dell'ordine hanno causato.

Read More »

Crimini internazionali in Congo, condanna pesante.

Martedì 10 luglio scorso la Corte Penale Internazionale ha condannato il Comandante della milizia congolese Thomas Lubanga Dyilo a quattordici anni di carcere per gravi crimini internazionali, tra cui la coscrizione e l'arruolamento dei bambini soldato. Lubanga detiente anche un record particolare, cioè quello di essere stato il primo prigioniero della Corte nel marzo 2006, quando fu trasferito dalla custodia delle autorità congolesi a L'Aia.

Read More »

Gravi Crimini Internazionali nella Costa d’Avorio

Lineamenti fattuali e giuridici di una delle competenze a giudicare dell’ ICC.   I giudici  della Corte penale internazionale (ICC) hanno compiuto un passo importante per assicurare giustizia per le vittime in Costa d’Avorio, autorizzando il procuratore dell’ ICC ad ...

Read More »

Corso di preparazione alla carriera diplomatica e alle carriere internazionali

Dal 21 giugno 2012 sono aperte le iscrizoni per il Corso di preparazione alla carriera diplomatica e alle carriere internazionali - CODIS. Il Corso, che nasce dall'intesa tra Koinaid EEIG e l'Istituto di Studi Giuridici Internazionali - Sede di Napoli...

Read More »

Italia e San Marino : Il Diritto alla Libertà si affievolisce nel cieco tentativo di perseguire un’estradizione

Un cittadino italiano subisce una detenzione preventiva al fine di garantire una pronta e sicura estradizione in Italia. Ma nell'esecuzione della procedura si sviluppa uno stato di incertezza normativa e confusione burocratica dovuta al conflitto di Convenzioni che si susseguono nel tempo.Intanto il cittadino italiano subisce una privazione della propria libertà personale ed è vittima di una illegittima estradizione.

Read More »

Italia condannata per aver ostruito la concessione delle frequenze televisive a Europa 7

Si è conclusa la vicenda giudiziaria decennale che vedeva protagonisti la tv Europa 7 e lo Stato italiano. Arriva così al suo epilogo una storia cominciata nel Luglio del 1999 quando Europa 7 ottenne la licenza per trasmettere sul territorio nazionale attraverso l'utilizzo di tre frequenze: peccato però che in undici anni non ha mai ottenuto queste frequenze su cui trasmettere!

Read More »

Moldavia: lo Stato sa anche riconoscere i propri sbagli

La Moldavia a differenza di altri Stati firmatari della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali - ha dato , in questa vicenda , un'esemplare dimostrazione di civiltà e di maturità: ha risolto con atto di regolamento amichevole quanto si sarebbe concluso certamente con la sua condanna.

Read More »

Sulla responsabilità degli Stati per violazione del diritto comunitario: il caso Francovich

L’affermazione del primato del diritto comunitario, posta unicamente sotto il profilo della prevalenza nel caso di conflitto fra norme (si rinvia alle celeberrime sentenze Costa c. Enel, Van Gend & Loos e Simmenthal), già nel 1990 non era più sufficiente a soddisfare le esigenze applicative di norme piuttosto pervasive, capaci di incidere notevolmente sulle posizioni giuridiche dei singoli e sui loro interessi economici. In via pretoria, dunque, la Corte di giustizia aveva cominciato da un lato, a forgiare strumenti da offrire in dotazione al giudice nazionale per dare prevalenza al diritto comunitario, e dall’altro, ad escogitare soluzioni per assicurare la riparazione delle conseguenze dannose di una eventuale violazione, così da preservare il pieno effetto della disciplina comunitaria e garantire effettività alla protezione dei diritti discendenti dall'ordinamento comunitario. È in questo contesto che va inscritta l’evoluzione compiuta dalla giurisprudenza comunitaria con la oramai celebre sentenza Francovich, unanimemente considerata come una tappa fondamentale del processo, definito da D. SIMON (in L’Europe et le droit, Melanges en hommage a J. Boulouis, Paris, 1991, pag 481) "le contentieux de la deuxième génération", inerente all’articolazione degli ordini giuridici nazionali e sovranazionali.

Read More »
Scroll To Top