Home / 2012 / maggio

Monthly Archives: maggio 2012

In Russia le autorità si perdono in un bicchier d’acqua

Vladivostok è una città della Russia orientale ubicata in prossimità del confine con Cina e Corea del Nord. Questa città che conta all’incirca 600.000 abitanti la si ricorda forse perché possiede il più grande porto russo sul Pacifico o magari perché è l’ultima fermata della celebre Ferrovia Transiberiana. Tuttavia nell’agosto del 2001 viene conosciuta per un’altra ragione: proprio in estate infatti è stata flagellata da una violentissima inondazione.

Read More »

Detenuta in 2.5 metri quadrati: Moldavia condannata

La sig.ra Lidia Plotnicova, nata nel 1950 a Chisinau, abile imprenditrice la quale per portere a termine l'affare concluso con una ditta francese di cosmetici, che avrebbe poi importatoe e rivenduto in Moldavia, riceve da quattro finanziatori un totale di 79.000 euro. Tuttavia non riesce a restituire entro i termini concordati il danaro ai suoi creditori. Nel processo si riscontrano gravi irregolarità, non si ammettono tutti i testimoni, e delle prove importanti non vengono neanche prese in considerazione. Condannata a 10 anni, in carcere invece sopporterà dividerà la cella di 10 metri quadrati insieme ad altre 6 persone.

Read More »

La Slovacchia mette a rischio Labsi di tortura e la Cedu la condanna

Labsi gira dall'est all'ovest per ottenere protezione internazionale e per non tornare nel suo paese di origine, l'Algeria, che lo condanna in contumacia per partecipazione ad organizzazione terroristica. Il rischio di subire trattamenti disumani e degradanti è alto e l'espulsione sancita dallo stato Slovacco non può essere legittimata dalla Corte EDU. Viene mantenuto fede all'orientamento del caso Hirsi Jaama vs Italy nel garantire i diritti fondamentali a tutti gli uomini.

Read More »

Il peso della corruzione ed una convenzione ancora non ratificata

Il fenomeno della corruzione nel nostro Paese non è qualcosa di nuovo, circoscritto  agli ultimi scandali; è invece insito nei profondi meandri della società, è un costume, un uso frequente, una pratica diffusa. Un modo di agire che opprime la...

Read More »

Russia, nella regione cecena vige la libertà di omicidio

Purtroppo queste storie sono più frequenti di quanto si immagini in Cecenia. Un territorio che vive da ormai troppi anni questa condizione di violenza diffusa e, come in questi casi spesso nascosta. Nella maggior parte dei luoghi nel mondo i rapimenti e le morti di queste persone, sarebbero tragedie che le famiglie potrebbero tranquillamente piangere, mentre la polizia cerca di trovare l'assassino. Ma in Cecenia, non è così... è la polizia o il governo che ha ucciso o ha ordinato di uccidere.

Read More »

Russia: un soldato depresso in fuga

Il soldato Putintsev era depresso: sebbene il lungo addestramento non riusciva proprio ad adegurasi alla vita dell'esercito. Il sistema gerarchico e aggressivo era per lui un trattamento degradante, si sentiva usato come uno schiavo. Dopo un anno e mezzo di missione esausto decide di scappare. Un tentativo fallito: un colpo di mitra alla natica gli impedirà il ritorno a casa...un soldato che non sta bene diventa doppiamente pericoloso, per i propri compagni e per i propri avversari.

Read More »

Turchia finanziamento ai partiti? Al 7%: è la soglia più alta d’Europa!

Tutta L'Europa è paese, soprattutto se parliamo di rimborsi o sovvenzionamenti elettorali. Anche in Turchia si affronta il problema del "partito piccolo" che non potendo giovare del danaro pubblico è costretto a soccombere e ad avere bassissima risonanza in periodo di campagna elettorale. La rappresentanza politica sarà compromessa dal sorgere di monopoli paritici? Alla Corte EDU l'ardua sentenza.

Read More »

Turchia. Sospettato di reato,rimane in carcere preventivamente per otto anni!

Viene considerato assieme ad altre sette persone come il possibile autore di reati nei confronti dello stato turco, il suo ruolo di sospettato rimane tale per otto anni, il tempo necessario a concludere il procedimento giudiziario. Nel frattempo viene detenuto in un carcere turco e ogni sua richiesta di scarcerazione viene puntualmente respinta. Condannato prima di essere giudicato.

Read More »

Ucraina: la testardaggine della Corte Suprema che dilata i tempi della Giustizia

Ucraina: la testardaggine della Corte Suprema che dilata i tempi della Giustizia

In Ucraina una società a responsabilità limitata - Veritas Firma, TOV - deposita un reclamo contro una società debitrice per richiedere la riscossione di un titolo di credito. Le corte di primo e secondo grado confermano la richiesta della società creditrice ma nel giudizio di legittimità la Corte Suprema respinge la pretesa per molteplici volte. Da qui la macchina della giustizia inizia ad incepparsi.

Read More »
Scroll To Top