Home / I diritti nel Mondo (page 2)

I diritti nel Mondo

Feed Subscription

Afghanistan: le violenze delle forze internazionali sui civili e la giustizia negata

Afghanistan: le violenze delle forze internazionali sui civili e la giustizia negata

Le operazioni militari condotte in Afghanistan dagli Usa e dalla Nato in questi anni hanno portato all'uccisione e al ferimento di migliaia di civili. Le vittime e le loro famiglie solo raramente sono state risarcite. “Esortiamo l’esercito americano ad indagare immediatamente tutti i casi documentati nel nostro rapporto e tutti gli altri casi in cui sono stati uccisi i civili”, ha precisato Richard Bennett, direttore di Amnesty International per l’Asia Pacifico, “Le vittime e i familiari meritano giustizia”.

Read More »

ETIOPIA NELLE MANI DEL CYBER SPIONAGGIO

ETIOPIA NELLE MANI DEL CYBER SPIONAGGIO

Negli ultimi due decenni decine di migliaia di etiopi sono fuggiti dalla loro nazione per via delle repressioni governative e per le limitazioni economiche. La maggior parte degli emigranti, specialmente coloro che vivono nelle nazioni vicine all’Africa, temono di comunicare con la loro famiglia a casa, poiché le loro telefonate verrebbero rintracciate dallo spionaggio etiope.

Read More »

Il lupo che si traveste da agnello? Arabia Saudita e diritti umani: un obbiettivo difficile da realizzare

Il lupo che si traveste da agnello? Arabia Saudita e diritti umani: un obbiettivo difficile da realizzare

Il Regno di Arabia Saudita, normalmente conosciuto come Arabia Saudita (il più grande Stato arabo dell'Asia occidentale), è una monarchia assoluta e il suo motto nazionale è: "Non c'è altro dio che Dio; Maometto è il messaggero di Dio."; ora ha deciso di accogliere 181 proposte per i diritti umani delle 225 fatte dal Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (CDU) nel mese di ottobre 2013, però Amnesty International preme in quanto dopo le parole devono seguire i fatti concreti senza apportare modifiche. Le 225 raccomandazioni sono state enunciate nel corso della 17a sessione del Gruppo di Lavoro della Revisione Periodica Universale (UPR).

Read More »

La nuova immigrazione: sfruttamento del lavoro e abusi sessuali nei Paesi arabi

La nuova immigrazione: sfruttamento del lavoro e abusi sessuali nei Paesi arabi

In Qatar ed in molti paese del Medio Oriente, ricchissimi di petroli, città e infrastrutture sono state create con una manodopera straniera sottopagata, priva di tutela e legata al proprio datore di lavoro dall’istituto del “Kafala” (garanzia). Quest’ultimo è basato su un sistema di reclutamento assurdo nel quale l’ufficio di collocamento del paese d’origine trova un datore di lavoro disposto a sponsorizzare il lavoratore che non può più cambiare posto di lavoro per tutta la durata del contratto. L’istituto del Kafala esprime, in realtà, un concetto preso a prestito dall’Islam, una specie di tutela per gli essere inferiori che ora varrebbe per la donna e per gli immigrati. Originariamente richiamava “una tutela o una delega di autorità parentale”, applicabile ai figli minorenni abbandonati fino al raggiungimento della maggiore età.

Read More »

Thailandia: giornalisti rischiano il carcere per articoli contro trafficanti di uomini

Thailandia: giornalisti rischiano il carcere per articoli contro trafficanti di uomini

Uno degli archetipi più significativi dell'epoca contemporanea è quello del classico giornalista che, sfidando molteplici avversità, riesce a portare sotto i riflettori notizie altamente sensibili per la pubblica opinione. In Thailandia, il paradigma è stato stravolto: l'editore australiano Alan Morison e il suo collega tailandese Chutima Sidasathian rischiano sino a due anni per diffamazione, cinque per aver violato il Computer Crimes Act (la legge sui reati informatici) e una multa di 3100 dollari.

Read More »

Cina: avvocati vittime di torture e trattamenti disumani

Cina: avvocati vittime di torture e trattamenti disumani

Già testimoniato nel 2011 da Amnesty International, ora la Human Rights Watch denuncia l'uso di tortura contro avvocati da parte delle autorità della Cina: nonostante faccia parte della Convenzione contro le Torture e i trattamenti crudeli, inumani e degradanti, ha mancato di adempiere al suo dovere. Inoltre, l’uso di abuso fisico da parte degli ufficiali di polizia è severamente proibito dalla legge cinese statale.

Read More »

Traffico Umano: urge modifica legislativa nello Stato dello Iowa.

Traffico Umano: urge modifica legislativa nello Stato dello Iowa.

Oggi nello Iowa chi compie atti sessuali con una persona schiavizzata ed obbligata a prostituirsi è punito come chi consuma droga: questa è la testimonianza di quanto sia necessario un immediato intervento legislativo che tuteli le vittime del traffico umanitario e punisca chi commette questo delitto. A fronte di quanto riportato dalle fonti del Centro Nazionale per il Traffico Umano americano (National Human Trafficking Resource Center) la situazione negli ultimi tempi si è aggravata di molto in questo Stato americano: è infatti statisticamente provato che tra l' anno 2011 ed il 2013 si è registrata un' impennata del 71% per quanto riguarda i delitti di riduzione in schiavitù ai fini di far prostituire giovani donne, nonchè di quanto il contributo di internet abbia aiutato l'incremento di questo dato.

Read More »

Nuovi diritti umani in India: progetto di Amnesty International vuole introdurre maggiori tutele e sicurezze

Nuovi diritti umani in India: progetto di Amnesty International vuole introdurre maggiori tutele e sicurezze

Amnesty International, poco prima delle elezioni per il sedicesimo Lok Sabha, ha lanciato in India una sfida per i diritti umani, cosa non facile in uno Stato dove le violazioni dei diritti umani sono innumerevoli, anche se le coscienze degli indiani, da qualche tempo, si stanno risvegliando. Quindi l'ONG ha scelto di smuovere le acque proprio alla vigilia delle elezioni di un organo legislativo, appunto per osservare che cosa riferivano i potenziali rappresentanti su temi di enorme importanza per la democrazia.

Read More »

Speciale Venezuela: un Paese in fiamme dove vige l’oppressione militare

Speciale Venezuela: un Paese in fiamme dove vige l’oppressione militare

Diritti Umani violati. Dall'epoca di Chavez ad oggi il Venezuela sembra sempre più colare a picco nel suo gravissimo utilizzo della forza militare perpetuata nel tempo per redimere le proteste del popolo: di fatti da quando Maduro è alla Presidenza del paese, ci si è ritrovati a dover affrontare una situazione pericolosissima per la violazione continua dei più semplici diritti umani fino al rafforzamento intenzionale dell'inflazione e della conseguente perdita del valore della moneta locale. In questo articolo proponiamo i maggiori episodi che interessano i diritti dell'uomo e la loro violazione.

Read More »
Scroll To Top