Home / I diritti nel Mondo / Medio oriente (page 2)

Medio oriente

Feed Subscription

Uzbekistan: lo strano episodio del giornalista sparito per caso

Uzbekistan: lo strano episodio del giornalista sparito per caso

21 settembre 2013, un premiato giornalista indipendente viene trattenuto in una stazione di polizia. Le presunte accuse ruota attorno a dei reati minori: è sospettato di aver avuto una collisione in una via con una donna, di averla apostrofata verbalmente in maniera poco consona e di averla toccata inappropriatamente. Tutto ciò ha prodotto una condanna a una pena detentiva amministrativa di 20 giorni e una multa che coprirà il 15% delle spese processuali

Read More »

Speciale Siria: tra diritto, politica e strategia.

Speciale Siria: tra diritto, politica e strategia.

È raro vedere una questione di diritto internazionale galvanizzare a tale livello i dibattiti nazionali. La polarizzazione politica è tale che persino al G20, ove non era in programma, l'attenzione si è focalizzata su questo aspetto (dimenticando il ben più rilevante, almeno per la vita economica delle nazioni occidentali, problema della regolamentazione finanziaria). Cosa possiamo, da giuristi, dire sulla questione? Prima di addentrarci sul tema è bene analizzare un attimo lo scenario storico-politico, nonché geopolitico, della Siria.

Read More »

Afghanistan e rispetto delle donne: gli impegni assunti per la CEDAW sono davvero reali?

Afghanistan e rispetto delle donne: gli impegni assunti per la CEDAW sono davvero reali?

L' Afghanistan nel 2003 ha ratificato la Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW), che impone/richiede la parità di genere nell'accesso all'istruzione, all'assistenza sanitaria, e la partecipazione politica. Ma troppo spesso questo trattato è disatteso. Stessa cosa vale per l'Afghanistan, sono ormai lontani i tempi, per lo più un decennio, in cui le donne aspiravano in un fato florido e brillante, dopo un oscuro periodo vissuto con i talebani. Da poche settimane la rete rappresenta una realtà non alquanto diferente dall'epoca oscurantista, le autorità afghane oltre a non far vivere in modo accettabile le donne, stanno anche trasgredendo i patti assunti con la CEDAW.

Read More »

Le elezioni in Iran: sarà un nuovo scenario o il lupo ha cambiato solo il pelo?

Le elezioni in Iran: sarà un nuovo scenario o il lupo ha cambiato solo il pelo?

Il 3 agosto 2013 Hassan Rowhani inizierà il mandato dopo la tornata elettorale del 14 giugno 2013 che l'ha visto vittorioso con 18.613.329 voti, pari al 50,71 percento dei votanti. Il mondo occidentale ha applaudito a questo cambio di rotta verificatosi grazie al mezzo più rappresentativo della democrazia: il voto popolare. Il popolo iraniano ha scelto di credere nelle promesse del suo nuovo leader: più attenzione ai diritti civili, miglioramento delle già difficile relazioni con l'occidente e riforme per far ripartire l'economia. Ma la domanda da porci è: stiamo davvero assistendo a sorgere di una nuova alba in Iran?

Read More »

Diritti delle donne in Afghanistan: percorso legislativo e molteplici aspetti

Diritti delle donne in Afghanistan: percorso legislativo e molteplici aspetti

Gli ostacoli alla realizzazione dei diritti delle donne e delle ragazze in Afghanistan sono ancora innumerevoli. Le donne afghane, in particolare quelle che vivono al di fuori dei grandi centri urbani, sono costrette a vivere secondo rigide regole, perlopiù non scritte, di comportamento. Quando si viaggia al di fuori della propria casa o tra villaggi o città , esse hanno bisogno di essere accompagnate da un parente espressamente maschio oppure dal marito, per non incorrere nel rischio di essere etichettate come "immorali". Nel paese sono nati 12 rifugi, sparsi su tutto il territorio, che offrono tutela ed assistenza alle donne in difficoltà; ma l'opinione pubblica li addita come bordelli, osteggiandoli.

Read More »

Arabia Saudita: la sfida “rosa” delle donne

Arabia Saudita: la sfida “rosa” delle donne

In Arabia Saudita la situazione delle donne è molto critica. Tante sono le limitazioni per loro e pochi i diritti. Numerose associazioni per i diritti umani combattono quotidianamente questa "guerra" per fermare la discriminazione femminile. Dal 2012 è stata fatta un'importante conquista: le donne hanno potuto partecipare alle Olimpiadi, tenutesi a Londra. Da allora, tutti i paesi del mondo avranno una squadra femminile che gareggerà ai giochi olimpici.

Read More »

Lapidato? No, impiccato! Il nuovo Codice Penale Iraniano e la nascita dello “stoning”

Lapidato? No, impiccato! Il nuovo Codice Penale Iraniano e la nascita dello “stoning”

La lapidazione è un problema morale e sociale di cui tutte le persone dovrebbero avere coscienza, perché rappresenta ciò che capita quando i diritti umani delle persone vengono sacrificati per una interpretazione di nota carica politica, culturale, di religione e delle tradizioni/consuetudini locali. La pratica è di stampo antica prevista per reati giudicati particolarmente gravi, quali il tradimento, l'idolatria, l'incesto o l'omosessualità, ed è oggi tradizionalmente rimasta come forma legale di pena capitale nella Sharia, la legge coranica. Il codice penale Iraniano prevede ora una mutazione della pena. Si torna all'impiccagione. Come reagirà la comunità internazionale?

Read More »

E se il Mossad avesse compromesso un’indagine dell’Atomic Energy Agency sull’Iran?

E se il Mossad avesse compromesso un’indagine dell’Atomic Energy Agency sull’Iran?

Da un’immagine satellitare del complesso militare iraniano di Parchin collocato a circa 30 chilometri a sudest di Teheran, si evince che stanno progettando armi nucleari. La Atomic Energy Agency (IAEA) sta analizzando i programmi nucleari precedenti e le moderne “aspirazioni” di Teheran. Funzionari occidentali presumono che Israele possa aver fatto uscire notizie dell’indagine della IAEA come espediente per far aumentare la stretta internazionale sul regime di Mahmoud Ahmadinejad. Dunque, la suddetta probabile fuga di notizie potrebbe pregiudicare un'inchiesta legittimata dall’ ONU sugli esperimenti nucleari passati e gli odierni obiettivi del governo iraniano

Read More »

Conflitto in Yemen: Darkest Hour Abyan. Gravi crimini contro l’umanità

Nello Yemen, nazione più a sud dell' Arabia Saudita, si comincia a diffondere in maniera irreversibile quanto l'organizzazione Al-Qaeda ha di più terribile da offrire: torture, trattamenti disumani e video che inquadrano persone trucidate in maniera cruenta e violenta, senza risparmiare donne e bambini. Da quanto riporta in una sua documentazione Amnesty International, sembrerebbe che anche il Governo yemenita sia in combutta con i terroristi , nonché che la loro "scuola" sia riuscita a diffondersi persino negli istituti scolastici infantili. Intanto viene spodestato l'ex presidente vicino agli USA e la situazione sembra aggravarsi di ora in ora.

Read More »

Uomini che odiano le donne: come paesi arabi violano i loro diritti più basici

Uomini che odiano le donne: come paesi arabi violano i loro diritti  più basici

Le recenti Onda Verde in Iran nel 2009 e Primavere Arabe nel 2011 hanno portato all’attenzione del Mondo intero il problema del rispetto dei diritti umani fondamentali, tra i quali spiccano senza dubbio i diritti delle donne, particolarmente nel Vicino e Medio Oriente e in Nord Africa. A questo proposito, Amnesty International ha recentemente avviato una campagna di sensibilizzazione col nome “Io sono la voce”.

Read More »
Scroll To Top