Home / In evidenza

In evidenza

Feed Subscription

La minoranza musulmana Rohingya in Myanmar

La minoranza musulmana Rohingya in Myanmar

Myanmar, precedentemente noto come Birmania, ha una popolazione di circa 51 milioni di persone. Il gruppo etnico di Burma costituisce circa due terzi di questa e controlla i militari e il governo. Ma ci sono anche più di 135 gruppi ...

Read More »

Alessandria – Caporalato: ultima frontiera dello sfruttamento

Alessandria – Caporalato: ultima frontiera dello sfruttamento

Il 1 dicembre 2017 alle ore 15, presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università del Piemonte Orientale di Alessandria (Via Cavour 84, Palazzo Borsalino) nell’aula 208, avrà luogo un incontro sulla tematica del caporalato e la riforma apportata dalla Legge 29 ottobre 2016, n. 199. L’evento fa parte del progetto “L’Europa dei Diritti” promosso dall’associazione Generazione Zero in collaborazione con il web magazine Diritti d’Europa, figlio dell'importante partenariato dell'Ufficio Europe Direct di Alessandria.

Read More »

Un’Europa che difende, protegge e dà forza: secondo incontro de L’Europa dei Diritti

Un’Europa che difende, protegge e dà forza: secondo incontro de L’Europa dei Diritti

Venerdì 10 Novembre, alle ore 10.00, presso la Loggia di Fra Giocondo in Piazza dei Signori a Verona, si terrà l’incontro dal titolo L’Europa dei Diritti – un’Europa che difende, dà forza e protegge, secondo evento del progetto “L’Europa dei Diritti” promosso dall’associazione Generazione Zero in collaborazione con il web magazine Diritti d’Europa, organizzato dallo Europe Direct di Verona della Provincia di Verona.

Read More »

Cambogia: ancora deportazioni di massa e deforestazioni

Cambogia: ancora deportazioni di massa e deforestazioni

In Cambogia sono in atto innumerevoli espropri forzati da parte delle autorità governative, dalle conseguenze molto gravi. Sulle deportazioni forzate di massa e deforestazioni che seguono agli espropri sta indagando la Corte Penale Internazionale con procuratrice capo Fatou Bensouda, la quale ha preso la decisione di includere tra le cause perseguibili anche quelle di devastazione ecologica.

Read More »

Il caso delle “pensioni svizzere” e lo scontro sistemico di tutela dei diritti fondamentali tra Corte Costituzionale e Corte Edu

Il caso delle “pensioni svizzere” e lo scontro sistemico di tutela dei diritti fondamentali tra Corte Costituzionale e Corte Edu

Si arricchisce di un nuovo tassello la vicenda giuridica che è venuta alla ribalta con il nome delle c.d. pensioni svizzere. Infatti, la prima sezione della Corte europea dei diritti dell’Uomo con la sentenza del 1° giugno 2017 si è pronunciata sulla richiesta di equa soddisfazione presentata ai sensi dell’art. 41 CEDU dagli otto ricorrenti della causa Stefanetti e Altri contro Italia, decisa con la sentenza del 15 aprile 2014.

Read More »

“Europe in translation” e “L’Europa dei Diritti” i due nuovi progetti firmati Diritti D’Europa e Generazione Zero

“Europe in translation” e “L’Europa dei Diritti” i due nuovi progetti firmati Diritti D’Europa e Generazione Zero

Diritti d'Europa e Generazione Zero firmano due nuovi progetti: "Europe in translation" e "L'europa dei Diritti", il primo, al fianco della Corte europea dei Diritti dell'Uomo prevede la pubblicazione degli Information Note sul sito della Corte di Strasburgo; il secondo progetto è frutto della collaborazione con gli Europe Direct di Verona ed Alessandria, antenne della Commissione europea su territorio nazionale.

Read More »

Natale in cella per quattro ugandesi: l’Italia condannata nel caso Yaw e altri

Natale in cella per quattro ugandesi: l’Italia condannata nel caso Yaw e altri

Nel caso Yaw e altri c. Italia, la Corte di Strasburgo è stata chiamata a pronunciarsi sull'ingiusta detenzione subita da quattro cittadini ugandesi presso il CIE di Ponte Galeria, a Roma: essi sono stati detenuti per 26 giorni in virtù di un provvedimento del Giudice di Pace incostituzionale e in contrasto con la giurisprudenza consolidata della Corte di Cassazione. Il Giudice europeo ha inoltre ritenuto ineffettivi i rimedi interni offerti dall'ordinamento italiano a riparazione dell'ingiusta detenzione subita dai ricorrenti.

Read More »

Ricorso per cassazione inammissibile? La CEDU esclude l’eccessivo formalismo in Trevisanato c. Italia

Ricorso per cassazione inammissibile? La CEDU esclude l’eccessivo formalismo in Trevisanato c. Italia

Nel caso Trevisanato c. Italia, la Corte europea dei diritti dell’uomo è stata chiamata a valutare se la Corte di Cassazione italiana avesse fatto un’applicazione delle norme processuali eccessivamente formale: sotto inchiesta era la condizione di inammissibilità, prevista dall’art. 166bis del c.p.c. (oggi abrogato dalla riforma del 2009) che imponeva ai ricorrenti di chiudere i propri ricorsi con la formulazione un quesito di diritto. La Corte di Strasburgo ha però accertato una non violazione, negando che la condizione di ammissibilità, proporzionata e rivolta ad uno scopo legittimo, avesse violato il diritto di accesso ad un tribunale del ricorrente.

Read More »
Scroll To Top