Home / Tag Archives: Ungheria

Tag Archives: Ungheria

Feed Subscription

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 05/07/2016

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 05/07/2016

Oggi la Corte Europea dei diritti dell’Uomo si è pronunciata su 12 casi ed in particolare ha condannato Ungheria e Turchia per aver violato l’articolo 5 della Convenzione (diritto alla libertà e alla sicurezza) in ben 4 casi; inoltre ha condannato in altri due la Polonia per non aver garantito il diritto alla libertà di espressione ex art. 10 CEDU.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 17/05/2016

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 17/05/2016

Quest'oggi la Grande Camera della Corte europea dei diritti dell'uomo ha accolto all'unanimità i ricorsi di sette parlamentari ungheresi, i quali erano stati sanzionati per gli atti di protesta politica svolti in Parlamento. Il Giudice europeo ha accertato la violazione dell'articolo 10 della Convenzione perché' le sanzioni pecuniarie irrogate ai parlamentari ricorrenti non erano previste da alcuna fonte normativa ed il procedimento disciplinare messo in atto non rispettava le minime garanzie del contraddittorio, non consentendogli neanche di difendersi dalle accuse. Adesso l'Ungheria dovrà restituire ai parlamentari le cifre che i ricorrenti avevano pagato per quelle sanzioni.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 12/04/2016

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 12/04/2016

Quest'oggi la Corte europea ha pronunciato verdetti di condanna a carico di Romani e l'Ungheria, mentre la Lituania è uscita indenne dal controllo europeo. In ben due pronunce il giudice dei diritti umani è ritornato sulla repressione sanguinaria della manifestazioni anticomuniste svolte in Romania nel 1989: nel caso Ecaterina Mirea ha accertato l'ineffettività delle indagini penali che avrebbero dovuto far luce su quegli episodi, mentre nel caso Ples ha riscontrato l'iniquità della pronuncia penale con la quale il giudice rumeno, condannati penalmente gli ufficiali responsabili, li aveva condannati civilmente a risarcire le vittime per i soli danni patrimoniali, e non anche di quelli non patrimoniali.

Read More »

Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 02/02/2016

Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 02/02/2016

Quest’oggi la Corte europea dei diritti dell’uomo si è pronunciata in dodici casi: il Giudice di Strasburgo condanna la Georgia per la violazione dell’art.8 CEDU perché non ha garantito il diritto dei figli, e negato l’affidamento ai parenti materni, in spregio al diritto del padre . Altre violazioni seguono per la Turchia per trattamenti inumani e degradanti (art 3 CEDU), libertà di espressione (art.10 CEDU); per la Svizzera, in merito alla violazione dell'art.8 CEDU (rispetto della vita privata).

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 12/01/2016

Note alla rassegna Nella rassegna delle decisioni pronunciate dalla Corte europea dei diritti dell’uomo in data martedì 12 gennaio 2016, si è inserito, per ciascuna decisione: Case of – : la denominazione del caso e il link alla decisione caricata sul sito http://hudoc.echr.coe.int ; ricorso : il numero ...

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 05/01/2016

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 05/01/2016

Tra le sentenze di oggi, ritornano i fatti di piazza Bolotnaya del 6 maggio 2012. La Corte europea ha accertato le responsabilità della Russia nella gestione di quella manifestazione che denunciava brogli elettorali e chiedeva il rispetto dei diritti umani. Dopo uno svolgimento pacifico, la protesta era stata bloccata arbitrariamente dalla polizia, proprio all'ingresso di piazza Bolotnaya, e si era conclusa con la carica della polizia e moltissimi arresti. Per i giudici di Strasburgo, la Russia è responsabile della cattiva gestione della manifestazione - non avendo minimamente comunicato coi leader della protesta - e di aver arrestato e condannato il ricorrente, manifestante vittima della carica, solo al fine di reprimere i suoi diritti politici.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 15/12/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 15/12/2015

Quest'oggi la Corte europea si è pronunciata su un numero considerevole di casi (ben 18). La Grande Camera ha accertato la responsabilità della Germania per l'iniquità del processo penale subito dal ricorrente: questi, cittadino georgiano, è stato condannato a nove anni sulla base delle dichiarazioni rese alla polizia giudiziaria da due vittime, donne lituane, che si erano rifiutate per tutto il corso del procedimento giudiziario di essere sentite come testimoni, quand'anche ne fosse stata disposta l'audizione con collegamento audio/video dalla Lituania. Sono stati accolti anche i ricorsi di un pensionato ungherese, al quale era stata negata - a parere della Corte in maniera discriminatoria rispetto ai lavoratori dl settore privato - la pensione maturata perché aveva successivamente cambiato lavoro, entrando nel pubblico impiego; nonché il ricorso di una vedova portoghese, la quale aveva denunciato davanti ai giudici portoghesi, senza successo, che erano stati i medici a causare la morte di suo marito, deceduto nei giorni successivi ad un intervento chirurgico.

Read More »

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 01/12/2015

Le Sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo del 01/12/2015

Oggi i giudici di Strasburgo contestano alla Turchia la violazione della libertà di espressione ai danni di tre professori universitari: questi per più di due anni non hanno potuto utilizzare youtube e un sito internet; così è stato impedito loro di procedere nelle attività oltreché godere della libertà di comunicare informazioni e ricevere idee. Le altre pronunce vedono coinvolte Russia, Ungheria, Lituania, Spagna e Portogallo.

Read More »

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 01/10/2015

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 01/10/2015

Oggi la Corte europea ha reso pubbliche ben due decisioni di irricevibilità: essa ha valutato come manifestamente infondate, da un lato, nel caso Laurus Invest Hungary KFT e altri c. Ungheria, le istanze di 26 società ungherese che in pochissimi giorni hanno visto cessare la propria attività, allorché il Parlamento ungherese ha legiferato la nazionalizzazione delle sale giochi e slot machine in Ungheria; dall'altro lato, nel caso Okitaloshima Okonda Osungu e altri c. Francia, i ricorsi di alcuni cittadini congolesi, residenti regolari in Francia, ai quali erano stati riconosciuti assegni familiari a favore di alcuni figli ma non di altri poiché questi li avrebbero raggiunti in Francia senza rispettare le prescrizione della procedura di ricongiungimento familiare.

Read More »
Scroll To Top