Home / Senza categoria

Senza categoria

Feed Subscription

Lapidato? No, impiccato! Il nuovo Codice Penale Iraniano e la nascita dello “stoning”

Lapidato? No, impiccato! Il nuovo Codice Penale Iraniano e la nascita dello “stoning”

La lapidazione è un problema morale e sociale di cui tutte le persone dovrebbero avere coscienza, perché rappresenta ciò che capita quando i diritti umani delle persone vengono sacrificati per una interpretazione di nota carica politica, culturale, di religione e delle tradizioni/consuetudini locali. La pratica è di stampo antica prevista per reati giudicati particolarmente gravi, quali il tradimento, l'idolatria, l'incesto o l'omosessualità, ed è oggi tradizionalmente rimasta come forma legale di pena capitale nella Sharia, la legge coranica. Il codice penale Iraniano prevede ora una mutazione della pena. Si torna all'impiccagione. Come reagirà la comunità internazionale?

Read More »

Russia: quasi un anno di carcere prima che inizi il processo

Russia: quasi un anno di carcere prima che inizi il processo

Un cittadino russo viene arrestato nel dicembre 2004 per disordini di massa. Prima che inizi il processo viene detenuto in un carcere a Mosca per circa 7 mesi ma la sua detenzione viene prolungata per quasi un anno in condizioni disumane. Dopo che gli è stata concessa la libertà vigilata decide di ricorre alla Corte EDU per denunciare il suo lungo periodo di detenzione e le condizioni degradanti che ha dovuto subire nel carcere per quasi un anno. La Corte europea porterà a galla i problemi del sistema carcerario russo.

Read More »

Procedimenti civili troppo lunghi: la Corte EDU condanna il Portogallo

Procedimenti civili troppo lunghi: la Corte EDU condanna il Portogallo

Una donna portoghese avvia un procedimento civile nei confronti dell'impresa presso cui lavorava il marito, morto in un incidente sul lavoro nel 1998. Dopo un lungo processo, la sentenza di primo grado del 2005 assegna una rendita retroattiva che l'impresa doveva versare alla vedova. Questa decisione è stata impugnata dalla società, il cui ricorso però è stato respinto in appello. Ma la rendita non è comunque stata versata fino al 2012. La signora portoghese allora deposita un ricorso alla Corte EDU, lamentando la durata eccessiva del procedimento che la vede coinvolta. La Corte di Strasburgo, investita del caso, accerterà una violazione del diritto ad una ragionevole durata del processo.

Read More »

Stato e libertà religiosa: conversione forzata e violazione diritti umani

Stato e libertà religiosa: conversione forzata e violazione diritti umani

Recentemente, Heiner Bielefeldt - filosofo, storico e teologo cattolico tedesco - dal 2010 Relatore Speciale delle Nazioni Unite sulla Libertà di Religione - ha fatto pervenire un rapporto molto significativo all’Assemblea Generale dell’O.N.U., incitando gli Stati a fare di più per rispettare, proteggere e promuovere il diritto alla conversione religiosa. Bielefeldt sottolinea che" il diritto alla conversione religiosa e il diritto a non essere costretti alla conversione o alla riconversione religiosa appartengono alla dimensione interiore di una persona e sono protetti senza riserve dalla legge internazionale sui diritti umani". Ma il rapporto delinea una situazione tutt'altro che positiva.

Read More »

Ruanda: 8 anni al leader dell’opposizione. Democrazia addio

Ruanda: 8 anni al leader dell’opposizione. Democrazia addio

In Ruanda, il verdetto di colpevolezza del 30 ottobre 2012 nei confronti del leader del partito d'opposizione Victoire Ingabire è il culmine di un processo sommario che ha incluso accuse politicamente motivate. L'Alta Corte di Kigali l'ha ritenuta colpevole di cospirazione per minare il governo e l'ha condannata a otto anni di carcere.

Read More »

Darfur e Grandi Crimini Internazionali

Corte Penale Internazionale dell’Aia: quali sono le ragioni di diritto e di fatto per i quali si è mossa la comunità internazionale con un suo organo giurisdizionale, nonché i soggetti che vengono presi in considerazione come implicati nel conflitto che ogni giorno bagna di sangue le strade di questo paese molto lontano non solo da noi, ma anche dalla civiltà.

Read More »

Azerbaijan: Cinque diritti in cerca di protezione

Cinque storie che ritrovano una conclusione comune. Cinque violazioni della proprietà privata da parte di sfollati in fuga da un conflitto. Da una parte l’impossibilità di disporre di un proprio bene e dall’altra l’esigenza di un tetto dove dormire. E lo Stato che fa?

Read More »
Scroll To Top