Home / Author Archives: duitbase

La sentenza Carratù e l’ordinanza Papalia della Corte di giustizia, la sentenza Montalto della Cedu, le ordinanze di rinvio pregiudiziale della Corte costituzionale e della Cassazione, ricostruiscono la tutela effettiva dei lavoratori

1. Il riscatto del processo del lavoro italiano “comunitario” nella sentenza Carratù. - 2. Le eccezionali e combinate risposte della Cgue nelle decisioni Carratù e Papalia. - 3. L’isolamento imposto alla giurisprudenza della Cedu dopo le censure allo Stato italiano. - 4. L’attacco congiunto al muro di Lussemburgo/Roma/Milano e al “Porcellum” della libera avvocatura e del Tribunale di Napoli. - 5. La Cedu aiuta le Alte Corti nazionali a cancellare il “Porcellum” e la stagione delle norme retroattive a favore dello Stato. - 6. La Cedu aiuta la Corte di giustizia a superare i contrasti sul caso Agrati-Scattolon e a chiudere la stagione dei favori allo Stato italiano. - 7. L’udienza del 5 giugno 2013 nella causa Carratù, dopo il ricorso alla Cedu e il fastidio del Collegio lussemburghese. - 8. L’udienza della causa Carratù e la confusione sulle norme di tutela sul precariato pubblico. -        9. L’udienza della causa Carratù e le informazioni “riservate” sulla pregiudiziale della Corte costituzionale. - 10. L’istanza della lavoratrice Carratù di riapertura della fase orale della causa Carratù. - 11. La sentenza Carratù-Papalia e il rigetto/accoglimento dell’istanza di riapertura della fase orale. - 12. La normativa interna applicabile alle varie fattispecie di causa nella sentenza Carratù-Papalia: il Pinocchio statale ha concluso gli studi europei e non può più dire bugie. - 13. La disciplina dell’Unione europea applicabile alle fattispecie delle cause Carratù e Papalia. - 14. Conclusioni: il Giudice nazionale deve riempire il finto “vuoto normativo” per garantire la tutela effettiva dei diritti fondamentali. La sentenza Montalto della Cedu.

Read More »

Legal Academy 2013 – Nuovi avvocati per nuovi mercati

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, notizia di un'interessante iniziativa promossa dall'Avv. Giulia Bongiorno in collaborazione con il Gruppo Ambrosetti The European House.

Read More »

Il rinvio pregiudiziale alla Corte Europea dei diritti dell’uomo

In data 2 ottobre 2013 è stato aperto alla firma degli Stati Membri il protocollo n. 16, che introduce una sostanziale novità nel sistema di tutela dei diritti fondamentali, prevedendo una sorta di rinvio pregiudiziale simile a quello previsto dall’art. 267 TFUE riguardante la Corte di Giustizia dell’Unione Europea.

Read More »

Suicidio assistito: il caso Gross c. Svizzera dinanzi alla Corte di Strasburgo (nota alla sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo del 14/5/2013)

In data 14 Maggio 2013 la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha reso la decisione[ii] nel caso Gross c. Svizzera (ricorso n. 67810/10), nella quale ha affermato che la disciplina svizzera relativa al suicidio assistito viola l'art. 8 della C...

Read More »

Il messaggio di Napolitano e la necessaria resa dello Stato

L’art. 87 della Costituzione prevede le prerogative del Presidente della Repubblica e, tra queste, la possibilità di “inviare messaggi alle Camere”. L’atto di Napolitano è - e non poteva essere diversamente - espressamente previsto dalla Legge, anzi addirittura dalla nostra Carta.

Read More »

Sangue infetto. La mancata rivalutazione dell’indennità integrativa speciale costituisce un’indebita interferenza dello Stato nei diritti inviolabili dei cittadini

Con la sentenza pilota adottata in data 3 settembre 2013 nel caso M.C. ed altri c. Italia (ricorso n. 5376/11), la CEDU afferma che la problematica attinente la mancata rivalutazione dell’indennità integrativa speciale, in favore di coloro che hanno subito contagi con sangue infetto, costituisce una violazione strutturale del sistema dei diritti umani ed ha invitato l’Italia a fissare un termine entro il quale dovrà provvedere, attraverso le pratiche legislative e amministrative più opportune, alla corretta rideterminazione di tale indennità (che serve, principalmente, a coprire le spese mediche) in favore di tutti i beneficiari.  

Read More »

Lo Stato deve garantire i crediti dei cittadini nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni. Note a margine dei casi De Luca e Pennino c. Italia

Con le sentenze rese nei casi De Luca contro Italia e Pennino contro Italia del 24 settembre 2013 la Corte Europea dei diritti dell'uomo ha esaminato il rapporto tra lo stato di dissesto di un ente locale e l’impossibilità di procedere in via esecutiva nei confronti dello stesso, per ottenere il soddisfacimento di crediti riconosciuti in sentenze pronunciate in suo danno.

Read More »

Premio l’Aquila d’Oro 2013: menzione speciale nella sezione “Diritti Umani” per la nostra rivista

Venerdì 6 settembre, presso l’auditorium CISL in Via Rieti a Roma, si è tenuta l'VIII° edizione del premio 'L’"Aquila d'Oro"; la manifestazione, quest'anno, ha ricevuto il premio di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dal Presidente della Camera Laura Boldrini, e dal Presidente del Senato Pietro Grasso.

Nell’ambito della sezione “Nazioni Unite e Diritti Umani”, la Commissione aggiudicatrice ha conferito una menzione speciale alla Ns. Rivista, per aver creato in Italia (così recita la motivazione) un efficace ed efficiente strumento di informazione ed aggiornamento scientifico sui Diritti Umani, capace di incrementare l’interesse e la responsabilità civile di professionisti e persone di buona volontà impegnate  a difesa della dignità umana. 

Read More »
Scroll To Top